Giovani studenti di Cisterna di Latina rapiti dall'”L’elisir d’amore”

Grande successo di pubblico e forti emozioni al Teatro Orione di Roma dove venerdì mattina è andato in scena “L’elisir d’amore” di Gaetano Donizetti con la partecipazione straordinaria dei bambini dei plessi della scuola dell’infanzia di Borgo Flora, seguiti dalle maestre Antonella, Barbara, Rita, Vanessa e quello di “Rosa-Rosaria Tomei, la donna di Trilussa” seguiti dalla maestra Patrizia, appartenenti all’Istituto Comprensivo “Alfonso Volpi” della direttrice Nunzia Malizia.

Una giornata di teatro per i bambini di Cisterna di Latina impazienti di incontrare Adina e Nemorino, ma soprattutto Dulcamara. Prima dello spettacolo i bambini sono stati invitati a salire sul palco da Cecilia Gobbi, fondatrice dell’Associazione Musicale Tito Gobbi e che nel 2004 ha dato vita al progetto Magia dell’Opera, per effettuare una prova prima dell’inizio dello spettacolo.

Una volta che bambine e bambini hanno preso posto, sul palco è arrivato Nemorino; i bambini non hanno saputo contenere la loro gioia, che è diventata incontrollata quando la stessa Gobbi ha presentato loro l’interprete dell’amato personaggio: Stefano Marra un giovane tenore di Cisterna, un loro compaesano, diplomato al Conservatorio di Musica Santa Cecilia e già cantante lirico affermato sia in Italia che all’estero.

“I bambini – racconta Stefano Marra – sono i protagonisti assoluti dello spettacolo, che cantando e ballando, ci supportano nelle nostre azioni sceniche, dandoci energia per affrontare tutte le diverse parti dell’opera. È un piacere immenso poter vedere i loro giovani sguardi così interessati al mondo della musica lirica e tutto ciò mi sembra un buonissimo espediente per far crescere nel loro animo, l’amore per questa magica forma d’arte che molto spesso viene posta nel dimenticatoio. Complimenti a tutti i piccoli partecipanti dello spettacolo, sono stati dei fenomenali interpreti e assolutamente attenti a tutto ciò che accadeva sul palcoscenico”.

Uno spettacolo che ha rapito tutti i presenti bambini e genitori in un’opera ricca di personaggi portati in scena da interpreti di fama internazionale.

Oltre a Stefano Marra che ha interpretato Nemorino, anche il soprano Carla Cottini nelle vesti di Adina; Ye Suixing era Belcore; Dong Huy kim per Dulcamara; Erica Realino ha interpretato Giannetta, mentre l’orchestra è stata diretta dal Maestro Stephen Kramer.

“Le scuole di Cisterna continuano a proporre ai loro studenti esperienze straordinarie che vanno al di là della consueta attività curricolare – commenta l’assessore alla Pubblica istruzione, Claudio Chinatti – proposte edificanti e di altissimo profilo come questa al Teatro Orione di Roma che certificano una volta di più la qualità e la completezza dell’offerta formativa dei nostri Istituti Scolastici”.

“Per i bambini essere felici non significa poter fare tutto quello che si vuole – queste le parole della direttrice scolastica dell’istituto Volpi, Nunzia Malizia – ma “volere quello che si fa”. Questa massima è vissuta dai piccoli quando sono i docenti a proporre iniziative didattiche di alto valore culturale”.

“Per il prossimo anno – conclude Cecilia Gobbi – abbiamo già in cantiere il capolavoro di Puccini “Tosca” in una versione, fedele all’originale, ma con un adattamento a misura di bambini e ragazzi dai 7-8 anni in poi. In parallelo, per la prima volta, proporremo anche un’altra opera, destinato ai più piccoli (dai 3 anni in poi) che già seguono numerosi i nostri corsi: la divertente commedia di Donizetti ‘Don Pasquale’.”

Vai alla homepage di

Leggi anche

Top