Appia Trail, grande partecipazione per la tappa di Terracina

Appia Trail, grande partecipazione per la tappa di Terracina

Grande successo per la partecipazione di Terracina all’#Appia Day e per la tappa di Terracina dell’#Appia Trail di Legambiente denominata Terracina la Regina della Via Appia. La tappa dà l’avvio, con gli auspici della Amministrazione Comunale e con l’impegno di Legambiente, Federtrek, Coopculture, Artes, Visit Terracina e il sostegno prestigioso delle Scuole del Territorio IC Don Milani e IPS Filosi, ad un progetto per la attivazione di una rete sinergica sul territorio che lavorerà alla creazione di un innovativo percorso turistico-esperienziale fatto di storia, archeologia, enogastronomia, cultura locale, performance teatrali, rievocazioni in costume, aperto al contributo di tutti i cittadini, le associazioni e gli operatori turistici del territorio, per ridare a Terracina il ruolo strategico che ha avuto da sempre sulla Via Appia.


L’ACCOGLIENZA A MONTE LEANO Per la prima importante tappa dell’#AppiaTrail dopo Roma, denominata non senza enfasi “Terracina La Regina della Via Appia”, Il Circolo Legambiente locale “Pisco Montano”, insieme alla associazione Artes – Arte Storia e Territorio, al vessillifero in costume della Legio Secunda Parthica, l’unica legione acquartierata sull’Appia e con il supporto della piattaforma social Visit Terracina e di Laziotv insieme alla Amministrazione Comunale con una importante delegazione formata dal Sindaco, e dagli Assessori alla Cultura e Turismo e all’Ambiente, dal Direttore del Museo civico e archeologico, hanno accolto la delegazione nazionale di Legambiente e Federtrek al Fanum Feroniae (Bosco di Feronia) ricchissimo di vegetazione e sorgenti ai piedi di Monte Leano e hanno camminato insieme per quasi cinque chilometri sul tracciato originario dell’Appia Antica, insieme a molti cittadini e con la calda partecipazione degli abitanti delle antiche centuriazioni della Valle, assaporandone il carattere ancora agreste e naturale, rievocandone i fasti e comprendendone profondamente l’importanza e la ricchezza, spesso privatizzata e di difficile accesso, ma ancora ben visibile, di antiche tombe, chiese, muri, ponti, archi e acquedotti e del suo possente basolato lavico, solo visibile a tratti ma perfettamente percepibile in tutta la sua maestosità.

L’ARRIVO AL FORO EMILIANO L’arrivo al Foro Emiliano, ancora così ben conservato, sul percorso della via Appia, ha suggellato poi la grande bellezza della Regina della Via Appia con il suo Capitolium, dedicato alla triade capitolina, un grande Teatro romano in corso di disvelamento e restauro fino alla pavimentazione originale del Foro Emiliano, capolavoro unico di preservazione dell’Appia. Un grande pomeriggio di storia, arte, bellezza, umanità, emozioni, offerta alla delegazione di camminatori da giovani terracinesi preparati ed appassionati, la Associazione Artes- Arte Storia e Territorio, con la certezza che l’amore per la nostra città è un fuoco di cui loro sono destinati a custodire la fiamma. Il reading storico-poetico-letterario della Maestra Catia Mosa, artista e performer molto conosciuta e amata in città, ha poi accolto la delegazione (che dopo 5 chilometri di cammino finalmente si è potuta sedere e dissetare!) e li ha condotti sul filo dei ricordi e delle emozioni permettendo di rivivere tutta la tappa anche con gli occhi dei poeti, dei viaggiatori, degli artisti che nei secoli, vivendo, amando o anche solo arrivando a Terracina, ne hanno assaporato la stessa bellezza!

Comments are closed.

H24@SocialStream