Spaccio di eroina, assolto in appello dopo due anni passati in carcere

Spaccio di eroina, assolto in appello dopo due anni passati in carcere

Assolto per non aver commesso il fatto. Si è concluso così, in appello, il processo per Kumar Rajinder, 28enne di nazionalità indiana, accusato di essere coinvolto in un giro di spaccio di droga a Terracina.

L’imputato, che ha trascorso per tale vicenda due anni in carcere, secondo gli inquirenti era coinvolto appunto nel mercato dell’eroina a Borgo Hermada, che avrebbero gestito nel 2014 i connazionali Himmat Singh, 37 anni, detto Gimmi, e Gurpreet Singh, 26 anni, detto  Geppy.

In primo grado i tre erano stati condannati dal giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Latina, Giuseppe Cario, a sei anni di reclusione e 20mila euro di multa a testa.

La Corte d’Appello di Roma, però, ha accolto la tesi dell’avvocato Alessandro Farau, che ha insistito sull’assenza di prove a carico di Kumar. Assolto dunque quest’ultimo e confermate le condanne per gli altri. L’avvocato Farau sta così ora preparando un ricorso per chiedere il risarcimento per ingiusta detenzione.

Comments are closed.

H24@SocialStream