Confermato il maxi sequestro all’imprenditore Coscione

La Corte di Cassazione

Confermato dalla Corte di Cassazione il maxi sequestro disposto lo scorso anno dal gip del Tribunale di Latina nei confronti dell’imprenditore Fabrizio Coscione.

All’indagato, accusato di aver messo in piedi un sistema di frode per evadere l’Iva con società legate ai trasporti e alla logistica, dislocate tra Pomezia, Aprilia, Nettuno e Velletri, sono stati bloccati beni per oltre un milione di euro. Un provvedimento ora avallato dalla Suprema Corte, che ha respinto il ricorso dell’imprenditore.

Tags
Vai alla homepage di

Leggi anche

Top