Maxi-anfore pescate in mare, arriva la Soprintendenza (VIDEO)

Le due anfore rinvenute e recuperate la scorsa settimana dal peschereccio “Attila II” tra Gaeta e Ventotene sotto la lente d’ingrandimento statale.

Maxi-anfore pescate in mare, arriva la Soprintendenza (VIDEO)Nella persona della funzionaria della Soprintendenza ai Beni Archeologici Nicoletta Cassieri, protagonista lunedì di un accurato sopralluogo nel deposito giudiziario della Capitaneria di porto nei pressi della Peschiera, dove i reperti sono stati collocati a margine delle delicate operazioni di sbarco.

Una coppia di grossi “dolia” in buono stato di conservazione e datati approssimativamente tra il primo e il secondo secolo dell’epoca imperiale romana.

Anfore dello stesso tipo di quelle rinvenute in passato anche a Sperlonga e Terracina, e, ha sottolineato la Cassieri, da preservare al più presto: “E’ prioritario il discorso della tutela. Questi materiali portati all’asciutto dopo millenni di giacenza in acqua soffrono, stanno già evidenziando della criticità”.

L’intervista integrale alla dottoressa Cassieri:

 

 

Vai alla homepage di

Leggi anche

Top