Disagio abitativo, Cisterna riapre i termini per la concessione di contributi

Il Comune di Cisterna

Una proroga fino al prossimo 7 febbraio per poter accedere alle iniziative del distretto Socio-sanitario LT/1 finalizzate a contrastare il disagio abitativo.

Pierluigi Ianiri

Pierluigi Ianiri

E’ stata disposta la riapertura dei termini per la presentazione delle richieste di contributo per coloro che si trovano, a causa della perdita o riduzione del reddito familiare, in condizioni di disagio abitativo.

Attraverso gli strumenti del Contributo affitto, del bonus alloggiativo e del Voucher per sistemazione temporanea in emergenza coloro che si trovano in uno stato di sfratto esecutivo o comunque in una delle condizioni di disagio abitativo previste nell’avviso, può usufruire di un sostegno.

La riapertura dei termini – spiega l’assessore al Welfare, Pierluigi Ianiri – vuole dare la possibilità a quante più persone di usufruire di questa opportunità di aiuto attraverso i tre nuovi strumenti del Contributo affitto, del Bonus alloggiativo e del Voucher per sistemazione temporanea. E’ questa una iniziativa che i comuni del Distretto Socio-sanitario LT/1 (Aprilia, Cisterna, Cori e Rocca Massima) hanno messo in campo visto che nel 2016 non hanno ricevuto i contributi regionali per aiutare le famiglie non in grado di pagare l’affitto di casa”.

I cittadini di Cisterna dovranno presentare la domanda di partecipazione a mezzo raccomandata o consegnata a mano all’Ufficio Protocollo del Comune di Cisterna (via Zanella n.2) entro il nuovo ed ultimo termine fissato per le ore 11 del 7 febbraio 2017 compilando i modelli scaricabili nella sezione “Servizi sociali” del sito istituzionale www.comune.cisterna.latina.it

Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi al Servizio di Segretariato Sociale operativo presso le sedi dei Servizi Sociali Comunali.

Vai alla homepage di

Leggi anche

Top