Le cambiano seggio prima di votare, Sistema Formia colpisce ancora

Le cambiano seggio prima di votare, Sistema Formia colpisce ancora

A distanza di due anni da quando abbiamo raccontato la sua incredibile storia, torna a parlare Caterina Nocella, una donna, una cittadina di Formia, una madre, che aspetta il terzo figlio. Una gravidanza tranquilla, finora, compromessa da un voto, che alla fine non è però poi neanche riuscita ad esprimere (anche se sarebbe servito a poco), quello per il referendum del 17 aprile.

Il Comune di Forrmia

Il Comune di Forrmia

Come due anni fa gli ingranaggi del Sistema Formia sono tornati a stritolarla. Dipendenti dei pubblici uffici comunali e funzionari di settore che utilizzano “il pubblico” come un fatto privato, come un servizio personale. La donna non ha potuto votare perchè la signora Di Nitto, funzionaria dell’ufficio elettorale del Comune, ha arbitrariamente cambiato il seggio elettorale della cittadina senza alcuna ragione nè comunicazione. Almeno in apparenza. Perchè ricordiamo che proprio relativamente alle procedure di residenza e di separazione della donna, gli stessi uffici comunali si erano accaniti contro di lei solo qualche anno fa, decretando anche la decisione della ex segretaria comunale Anna Lecora di attivare procedimenti disciplinari contro i funzionari responsabili di quelle procedure e che erano colleghi dell’ex suocero della donna, Antonio Sparagna. Tutto è finito in tribunale.

A PAGINA 2 LA VIDEO INTERVISTA

Pagina: 1 2

Comments are closed.

H24@SocialStream
[ff id="1"]
[ff id="2"]