Contributi per le festività natalizie a Formia: un mistero

Contributi per le festività natalizie a Formia: un mistero

Aggiornamento ore 16.44 – Sessantamila euro. E’ il budget che il Comune di Formia quest’anno ha dedicato per gli interventi a sostegno delle attività culturali da realizzare nel corso delle festività natalizie di dicembre e gennaio. Un bando completamente aperto ai cui contributi hanno potuto provare ad accedere non solo Associazioni, sia in forma associata che singola, e Sodalizi, ma anche le “Imprese” (!). Peccato che anche dopo la pubblicazione, ieri, della determina 217 del 4 dicembre, comprensiva di approvazione dei verbali e relativa graduatoria finale (ma dimenticando di aggiungere “il costo della proposta”), il tutto a firma della dirigente Marilena Terreri, nessuno dei partecipanti sappia ancora quanto percepirà come contributo. E questo a soli 13 giorni dal Natale quando è noto che le manifestazioni cominciano ben prima.

Marilena Terreri

Marilena Terreri

LA COMMISSIONE – Andando a leggere il verbale finale (DGC_217_2015) redatto dal segretario Domenico Tallarico, presidente Marilena Terreri, componenti Tiziana Livornese e Antonietta Franciosa, infatti, l’anomalia più evidente è che se è vero che compaiono le graduatorie per ognuna delle quattro categorie di intervento individuate dal Comune, affianco ai punteggi conseguiti da ognuno dei partecipanti non sono evidenziati, né compaiono altrove, gli importi assegnati. Un fatto che ora alimenta sospetti e crea agitazione tra i partecipanti, insicuri se percepiranno o meno un contributo, ma che in realtà si era già evidenziato grossolanamente nel regolamento (AVVISO_PUBBLICO_natale_2015_2016) dove, in buona sostanza, non è stato offerto il criterio di ripartizione dei fondi né il minimo punteggio da conseguire per ottenere i contributi, o se questo era destinato solo alla prima associazione in classifica o in parti proporzionali a ognuno dei partecipanti: soltanto assicurato che “Le proposte saranno valutate da apposita commissione nominata dal Dirigente del settore AA.GG:, Servizi Sociali, Cultura, Scuola, Sport”. Cosicché, nel migliore dei casi, l’Ufficio del Dirigente sin dal primo pomeriggio di ieri sarà stato inondato di telefonate dei partecipanti interessati a sapere a quanto corrisponda quel misterioso punteggio.

Largo Paone

Largo Paone

IL PUNTEGGIO – Misterioso e anche a suo modo anomalo considerato che dalle varie “classifiche”, potendo per ora valutare solo quelle nella “consueta” trasparenza comunale (sigh!), si osserva oltre al noto, talvolta positivo crescere delle associazioni ma in questo caso evidentemente messe in crisi dal nuovo competitor delle “imprese”, il dato che alcune di esse, pur con una storia relativamente giovane, riescono a piazzarsi meglio di altre dal passato più illustre.

Pubblico al teatro Remigio Paone

Pubblico al teatro Remigio Paone

Tuttavia proprio il curriculum, che pure il Comune aveva invitato a spedire, non è stato all’opposto preso in considerazione nell’elaborazione del punteggio finale che è stato invece deciso assegnando un massimo di 10 punti per la “Capacità operativa”; di ulteriori 10 per la “completezza, chiarezza nella descrizione del progetto, affidabilità”; di 30 per la “Capacità della proposta di valorizzare il patrimonio artistico, archeologico, storico, ambientale e paesaggistico della città”; di 50 punti per la “Qualità culturale dell’iniziativa proposta anche in relazione agli artisti e le presenze di livello coinvolti nella proposta presentata”.

Pubblico all'inaugurazione del teatro Foa

Pubblico all’inaugurazione del teatro Foa

L’ERRORE (?) – Fuori dalle tematiche di un corso universitario di sociologia dello spettacolo che l’ultimo punto sembra suggerire, quasi un rompicapo per chi scrive e probabilmente anche per la Commissione, il quadro sembra lacerarsi definitivamente laddove all’articolo 3 dell’avviso pubblico si indica che “Ogni proponente, singolo o associato, può presentare la proposta per un solo settore”. Un principio di valutazione che la Commissione sconfessa senza rimorsi in quella che definisce la “classifica finale” procedendo a classificare la “Marocco Music” e la “Star Lab Group srl” in due aree diverse e, in un caso, assegnando la migliore valutazione alla “Marocco Music” (società di indubbia fama che, da 25 anni, svolge attività di produzioni musicali, artistiche e culturali), ovvero nella categoria “promozione di manifestazioni legate alla tradizione natalizia e di fine anno con riguardo anche alle tradizioni locali e produzione di eventi destinati alla promozione di prodotti tipici e delle attività del territorio”. Che però si era presentata, finendo ottava, anche nella categoria “iniziative teatrali di danza, musica, cinema, arti visive”. 

Il sindaco Bartolomeo, anche assessore alla cultura , e, dietro, la dirigente Terreri

Il sindaco Bartolomeo, anche assessore alla cultura , e, dietro, la dirigente Terreri

LA CULTURA“Quella vorrei tenermela, perché mi piace, perché penso che… sto anche cercando di impegnarmici molto” (minuto 37.10), ha detto recentemente il Primo cittadino in conferenza stampa riferendosi alla delega rimasta vacante dopo il rimpasto estivo. Eppure da quel comunicato diffuso il 31 luglio, a Formia la commissione Cultura si è riunita soltanto due volte: il 13 agosto per discutere di iniziative con lo scrittore Robert Harris e il 10 novembre per formalizzare le dimissioni della presidente Maria Antonietta De Meo. Arrivate per motivi personali a quanto raccontano alcuni colleghi di commissione e sicuramente non per mandare un segnale verso la delibera di giunta n. 276 del 4 novembre sulla programmazione natalizia, approvata senza la preventiva convocazione della Commissione. Da allora, oltre alla nomina alla presidenza della commissione di Loredana D’Urso, ufficialmente più nulla se non le voci su una convocazione saltata in settimana e una nuova prevista per giovedì prossimo dalla quale soprattutto i partecipanti al bando sperano di avere chiarimenti: sia in merito alla ripartizione del budget che alle anomalie riscontrate.

LO SFOGOTra i tanti che ci hanno contattato evidenziandoci i propri dubbi, segnaliamo e pubblichiamo, perché pubblico e di riconosciuto personaggio pubblico, l’improvviso sfogo contro il Sindaco, e non solo, dell’ex consigliere comunale Augusto Ciccolella che, ieri pomeriggio, ipotizziamo complice il risultato delle associazioni “La Magica”, “I figli di Quintino” e “Pro Castellone” a lui vicine (anche se in realtà non ha fatto nessun riferimento all’esito del bando), ha postato un video su facebook in cui non le ha mandate a dire. Considerata la sua riconosciuta esuberanza e la vicinanza al Natale, potrebbe essersi dovuto trattenere.

Bartolomeo parte seconda

Posted by Augusto Ciccolella on Giovedì 10 dicembre 2015

Aggiornamento ore 16.44 – Per onore di cronaca segnaliamo che circa mezz’ora fa il dirigente Marilena Terreri ha commentato via facebook un post pubblicato in mattinata dall’ex candidata sindaco per “Un’Altra Città” anche questo incentrato sulla vicenda che abbiamo descritto. Lo riportiamo qui sotto lasciando il commento ai lettori.

TRASPARENZA E SOLDI PUBBLICI… di Paola Villa
Con la data del 4/12/2015 è stata pubblicata la determinazione a firma del dirigente Terreri, che ha come oggetto: “interventi a sostegno delle attività culturali da realizzare nel corso delle festività natalizie” -Approvazione verbali e relativa graduatoria finale
Tale graduatoria si divide in:
A. Iniziative musicali, budget €10.000, in graduatoria risultano 11 soggetti
B. Iniziative teatrali, di danza, musica, cinema, arti visive; budget € 20.000, in graduatoria risultano 26 soggetti
C. Attività di animazione ed iniziative culturali per bambini; budget €10.000, in graduatoria risultano 20 soggetti
D. Promozione di manifestazioni legate alla tradizione natalizia…..; budget €20.000, in graduatoria risultano 14 soggetti.
DOMANDE:
1. I soggetti in graduatoria sono tutti vincitori?
2. Quale sarà il parametro mediante il quale ci sarà corrispondenza tra il punteggio assegnato e la cifra erogata?
3. Era troppo chiedere di fare una graduatoria più trasparente e soprattutto più chiara?
Mi auguro che tra i 71 soggetti coinvolti, qualcuno abbia compreso quanto potrà spendere per la propria iniziativa!

Marilena Terreri: “La graduatoria più trasparente e chiara, come la chiama lei, la troverà pubblicata sul sito. Gli indirizzi generali sono stati dati dalla giunta. Le somme assegnate sono state concordate e accettate dai soggetti primi in graduatoria. L’ufficio è stato disponibile per chiunque in questi giorni per chiarimenti. Basta chiedere o attendere la pubblicazione degli atti. Gli interessati sono stati prontamente informati”

Marilena Terreri: “Chieda a Giovanni Orlandi”

 

Comments are closed.

H24@SocialStream
[ff id="1"]
[ff id="2"]