Formia, Zingaretti inaugura la nuova elisuperficie. Su urbanistica e Plus: “Non so”

L'elicottero 118 sulla elisuperficie all'ex Enaoli

L’elicottero 118 sulla elisuperficie all’ex Enaoli

Ci sono voluti quasi dieci anni ma alla fine l’elisuperficie attiva H24 sulla Formia-Sparanise nella zona ex Enaoli a Formia è stata inaugurata con tanto di taglio del nastro e autorità. Una vera e propria “impresa” considerati i tempi di realizzazione ma salutata con favore dal presidente della Regione Nicola Zingaretti questa mattina in città per l’evento.

Fase di atterragio

Fase di atterraggio

L’impianto, abilitato all’uso dall’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile, entrerà in funzione domani sabato 31 ottobre, secondo le modalità di gestione definite dal protocollo d’intesa firmato questa mattina dal sindaco Bartolomeo, dai rappresentanti di Ares 118, “Elitaniana spa” (attuale gestore del servizio di elisoccorso) e dal tecnico gestore. Inclusa nella rete regionale delle elisuperfici, la struttura sarà usata per il servizio di Elisoccorso regionale.

Caporossi

Michele Caporossi

“E’ la dimostrazione che, anche nei momenti difficili, le cose cambiano e cambiano in meglio”, ha commentato Zingaretti, presenti anche il prefetto di Latina Pierluigi Faloni, il questore Giuseppe De Matteis, le rappresentanze provinciali e locali di Carabinieri, Polizia, Guardia di Finanza e Guardia Costiera, il direttore generale dell’Asl di Latina Michele Caporossi, che, sollecitato all’associazione Emotrasfusi ha anche assicurato la continuità del Centro Trasfusionale, e, naturalmente, il sindaco Sandro Bartolomeo, accompagnato da Assessori, Consiglieri comunali e dai volontari della locale Protezione Civile.

Nicola Zingaretti

Nicola Zingaretti

“Si tratta di un impegno mantenuto – ha sottolineato Zingaretti -. Un impianto che potenzia l’offerta sanitaria del sud pontino, riducendo i tempi di trasporto in caso di emergenza e favorendo l’appropriatezza del trattamento. L’elisuperficie garantirà il collegamento delle isole ponziane all’ospedale di Formia e un rapido trasporto dei pazienti di questo territorio negli ospedali di Latina (raggiungibile in 10 minuti) e Roma (percorso: 25 minuti). Ciò garantirà una notevole contrazione dei tempi di intervento e la possibilità di fruire di cure appropriate nelle strutture ospedaliere che forniscono i migliori servizi in rapporto al tipo di patologia.

atterraggio elicotteroNon sarà un’isola nel deserto – ha inoltre garantito il governatore -. Stiamo mappando oltre 200 punti del territorio laziale che sono utilizzabili per il servizio di elisoccorso proprio per migliorare la sicurezza di questo territorio. Un bel risultato per una Regione che, tra tanti problemi, sta uscendo da anni di commissariamento. Abbiamo voluto dare dei segnali, come lo sblocco del turnover che non è più limitato al 10%. Prima ogni 100 operatori sanitari che uscivano ne rientravano al massimo 10. Con il lavoro che abbiamo fatto, questo numero si è triplicato”.

Interventi anche sulla rete ospedaliera di Formia: “Abbiamo potenziato l’emodinamica e la cardiologia – sottolinea Zingaretti – e acquistato una nuova risonanza magnetica. La strada è ancora lunga ma la stagione dei tagli e dei passi indietro può dirsi finalmente conclusa”.

Sandro Bartolomeo

Sandro Bartolomeo

“Iniziamo a vedere segnali positivi – ha aggiunto il sindaco Sandro Bartolomeo –. Sono convinto che il nuovo corso avviato dalla giunta Zingaretti porterà nei prossimi anni al superamento delle difficoltà che gravano sul sistema sanitario laziale. L’ospedale di Formia ha già beneficiato di alcuni interventi. Penso allo sforzo per potenziare la cardiologia e l’emodinamica. L’inaugurazione questa mattina dell’elisuperficie dimostra la particolare attenzione che la Regione riserva al settore dell’emergenza. Ci sono altre questioni aperte, che pian piano speriamo di affrontare. Prospettive? Ne parlavo poco fa col Presidente. La programmazione regionale può finalmente mettere in cantiere il policlinico del Golfo. Questa è l’area in cui l’ospedale dovrà essere realizzato. L’eliporto sarà una struttura collegata al nuovo ospedale. Siamo fiduciosi che, con la nuova programmazione regionale, questo problema potrà essere finalmente affrontato e risolto”.

A saltare, invece, era previsto per le ore 12, è stato il sopralluogo sui cantieri Plus – Piano Locale Urbano di Sviluppo – per valutare lo stato di avanzamento dei lavori finanziati dalla Regione con fondi comunitari. La situazione a Roma, infatti, con il ritiro delle dimissioni da parte del sindaco Marino ha indotto il Presidente della Regione Lazio a rientrare anticipatamente. Nonostante questo, abbiamo provato a chiedere conto. Con esiti poco felici.

 

Tags
Vai alla homepage di

Leggi anche

Top