“Il pittore di madonne o la nascita di un quadro”: Stefano Furlan porta in scena la drammaturgia candese

“Il pittore di madonne o la nascita di un quadro”: Stefano Furlan porta in scena la drammaturgia candese

A una settimana dal debutto che ha visto una grande partecipazione di pubblico torna in scena il 20 dicembre 2014, con repliche il 21 e il 22, alle 20.45, presso la sala teatrale di Latitudine Teatro, sita in via Cisterna 3 a Latina, “Il pittore di Madonne o la nascita di un quadro” lo spettacolo che conclude il seminario di drammaturgia condotto da Stefano Furlan.

Gli allievi del seminario si cimenteranno con un testo di letteratura canadese dal sapore tutto italiano e scritto appositamente per la compagnia toscana Laboratorio Nove.

L’opera disegna un clima particolare e nero in cui l’orrore per l’influenza spagnola che avanza è scandito dal rumore del fiume che scorre, dalla scia delle stelle cadenti, dalla lettura a voce alta di lenzuola che profetizzano il futuro, dalle lame di coltelli che tagliano la carne putrefatta di poveri malati di cancrena.

La pièce alterna una scrittura alta e letterariamente complessa a dialoghi popolari, semplici, fatti di nulla: desideri, speranze e timori strappati alla quotidianità di un villaggio sperduto del Québec.

Nel tentativo di fermare la terribile “spagnola”, epidemia importata dall’Europa attraverso i soldati di ritorno dal fronte, viene invitato nel villaggio un pittore italiano a dipingere nella chiesa del Sacro Cuore di Maria una Madonna che possa essere di buon auspicio. Assieme al quadro nasce un amore mortale, nefasto e sarà proprio questo a lasciare tracce sensibili nella pittura e nei cuori dei protagonisti. L’arte trionfa e fallisce al tempo stesso: non ferma quindi l’epidemia ma arresta il tempo elevando ad opera d’arte una storia violenta, dolorosa e meschina.

In scena: Eleonora Pasquariello, Emiliano Solferino, Isabella Giusiani, Lara Lasala, Manuela Gasparetto, Matteo Sacchi, Morris Sarra, Valentina D’Agostino. Il progetto luci è stato curato da Gianluca Cappelletti. I costumi sono stati realizzati da Anna Coluccia. Le foto di scena sono di Francesco Canzoniero.

Il costo del biglietto è di 10 euro ed è consigliata la prenotazione essendo la sala a posti limitati. Per informazioni è possibile chiamare lo 0773.1761425 e 333.2854651 o inviare un’e-mail a info@latitudineteatro.it.

Comments are closed.

H24@SocialStream
[ff id="1"]
[ff id="2"]