CORI FESTEGGIA L’80° ANNIVERSARIO DELLA SECONDA TRASVOLATA ATLANTICA

CORI FESTEGGIA L’80° ANNIVERSARIO DELLA SECONDA TRASVOLATA ATLANTICA
*Marchetti vicino ad uno dei suoi velivoli*

*Marchetti vicino ad uno dei suoi velivoli*

Oggi 18 luglio, alle ore 17.00, presso la Sala Conferenze del Museo, la città di Cori festeggia l’80° anniversario della Seconda Trasvolata Atlantica (1° luglio – 12 agosto 1933), la celebre impresa legata al nome dell’Ingegnere corese Alessandro Marchetti (Cori, 1884 – Sesto Calende, 1966), ideatore degli idrovolanti S.55X che permisero agli “Atlantici”, partiti da Orbetello, di raggiungere gli Stati Uniti e poi tornare a Roma.

Tra i pionieri dell’aviazione, Alessandro Marchetti è ricordato come il più grande progettista di aerei italiano del XX secolo, “padre” dell’idroplano e illustre esempio di “genio italico”. Fece della SIAI Marchetti di Sesto Calende (VA), poi Savoia – Marchetti, la più famosa industria aereonautica nel mondo, progettando oltre 50 velivoli, civili e militari, molti dei quali hanno fatto la storia dell’aereonautica e ancora oggi detengono record mondiali.

La “Crociera Aerea del Decennale” fu organizzata per celebrare i primi dieci anni della Regia Aeronautica e per promuovere l’immagine italiana presso la “Century of Progress”, l’esposizione universale che si tenne a Chicago per il centenario della città. 20mila km suddivisi in 13 tappe e due attraversamenti atlantici di 2.400 km ciascuno. Una formazione di 25 aeromobili e un equipaggio di 105 uomini, tra piloti e specialisti.

*Alessandro Marchetti*

*Alessandro Marchetti*

Per la storica traversata fu scelta l’ultima versione del Savoia – Marchetti S.55, un collaudato velivolo di serie, tra i simboli dell’aeronautica militare e del progresso tecnologico italiano nei primi anni del Novecento, adeguatamente modificato e potenziato per aumentarne la sicurezza e la velocità e diminuire le ore di volo. I trasvolatori giunsero negli USA il 15 luglio 1933. Una sosta di nove giorni, tre a Chicago e sei a New York, e un’accoglienza trionfale riservata loro dai cittadini e dalle istituzioni statunitensi e dagli italoamericani.

L’Assessorato alla Cultura del Comune di Cori vuole ricordare quel momento di amicizia che acquista ancora più rilevanza nel 2013, Anno della Cultura Italiana negli Stati Uniti. All’evento parteciperanno il sindaco Tommaso Conti e il delegato alla Cultura Roberto De Cave; i senatori, Claudio Moscardelli e l’italoamericano Renato Guarino Turano. Verrà proiettato un documentario dell’epica missione e presentate le due opere realizzate per l’occasione dall’artista locale Tonino Liberati. Una verrà donata alla comunità italiana di Chicago, Casa Italia, con la quale ci sarà un collegamento durante la cerimonia. Fino al 12 agosto, davanti alla tomba di Marchetti, rimarranno issati il tricolore italiano e il vessillo della SIAI.

Comments are closed.

H24@SocialStream