TERRACINA, INIZIATA LA DISMISSIONE DEI SEMAFORI OBSOLETI

TERRACINA, INIZIATA LA DISMISSIONE DEI SEMAFORI OBSOLETI

DSC_0016Da ieri mattina sono iniziati i lavori per lo smantellamento di alcuni strategici semafori collocati oltre trenta anni orsono e non più rispondenti, come i cittadini negli ultimi anni hanno potuto costatare, alle rinnovate esigenze tecnologiche. Il cronoprogramma dei lavori predisposto tra Comune e ditta appaltante prevede, dal 24 giugno al 10 luglio la rimozione e l’installazione del nuovo impianto semaforico posto all’incrocio tra via Roma e il ponte del Salvatore.

Nei giorni 11 – 19 luglio sarà sostituito il semaforo di via Badino – via F. Venezia Giulia e dal 1° al 9 agosto quello piazzato all’incrocio tra via Roma e via Derna.

Contestualmente la Gemmo spa, la ditta incarica di eseguire i lavori di demolizione e ripristino dei semafori, sta lavorando celermente anche alla sostituzione dei pali della pubblica illuminazione posti sui muretti del lungomare Circe.

“Abbiamo voluto rendere pubblico il cronoprogramma di una parte dei lavori che riguardano gli impianti semaforici principali della città – afferma il sindaco Nicola Procaccini – in modo che ogni cittadino terracinese possa personalmente rendersi conto dell’effettivo svolgimento delle attività in corso.

Fa piacere poi che su questa problematiche vi sia la massima attenzione da parte della cittadinanza e dei mezzi di comunicazione, anzi se la stessa solerzia pubblicistica ci fosse stata in passato, sono convinto che oggi certi ritardi, come quelli che scontiamo, non li avremmo avuti.

Come detto questi impianti semaforici non vengono riparati ma interamente sostituiti con altri ad alta tecnologia, questo ci fa ben sperare sul fatto che siano non soltanto più economici dal punto di vista dei costi di gestione, ma anche più efficienti perché non ci sarà bisogno di  intervenire massicciamente  rispetto a come siamo abituati.

Luce, verde e pulizia della città – termina Procaccini – sono tre nodi centrali da sciogliere prima possibile, perché li ritengo elementi costruenti su cui si fonda la vita di una città.

Per la  pubblica illuminazione stiamo vicini alla sua dignitosa sistemazione, mentre lavoriamo senza pause nell’ottimizzare gli spazi  verdi,  contiamo sul fronte rifiuti, infine,  di comunicare a breve novità importanti per Terracina”.

Comments are closed.

H24@SocialStream