PESTAGGIO TRA CLAN RIVALI, LIBERA: "FORMIA NON PUO' STARE A GUARDARE"

PESTAGGIO TRA CLAN RIVALI, LIBERA: "FORMIA NON PUO' STARE A GUARDARE"

liberaNegli ultimi mesi Formia assiste indifferente ad una “faida” tra due famiglie di camorra. A ridosso delle elezioni amministrative, in due punti centrali della città, prima in prossimità della stazione dei carabinieri, poi in un bar della centralissima Via Vitruvio, i passanti hanno dovuto assistere a violentissimi pestaggi, tra esponenti di clan rivali. Eventi che tristemente si ripetono e che ricordano analoghi e sanguinosi pestaggi che nostri concittadini hanno subito nel recente passato.

L’aggressione condotta all’interno di un bar, con l’immobilizzazione della vittima mentre un complice la colpiva ripetutamente al volto, è un fatto gravissimo, che mostra il totale disinteresse degli aggressori nel compiere atti criminali in luoghi pubblici ed affollatissimi, confidando evidentemente nell’indifferenza della gente e delle istituzioni che finisce per concedere loro una sorta di impunità. L’ultimo episodio risalente a pochi giorni fa è la manifestazione visibile della profonda penetrazione della camorra nel nostro territorio, contro la quale siamo tutti chiamati a opporci.

Noi del Coordinamento Provinciale di Libera vogliamo esprimere tutto il nostro sdegno per quanto accade e ribadire con forza la necessità che tutti i cittadini si facciano parte attiva nell’opporsi a quanti, attraverso minacce ed aggressioni, tentano di instaurare nel nostro territorio le modalità di agire tipiche della camorra, per affermare il dominio del crimine sulla convivenza civile.

E’ quindi necessario un impegno quotidiano da parti di tutti, per cacciare via questo male dalla nostra città, un impegno per affermare la supremazia dei diritti e della legalità, che parta dai cittadini e solleciti le istituzioni che devono vigilare ed intervenire per spezzare le trame che incessantemente le mafie tessono nel nostro territorio.

Noi faremo la nostra parte, sostenendo e dando voce in ogni modo ai tanti cittadini liberi e onesti, che nelle terre dominate dalle camorra danno un segno di speranza, e portando avanti iniziative, che ci dimostrano, sempre con maggiore intensità, come una società libera dalle mafie sia più che mai alla nostra portata.

scritto da: il coordinamento provinciale di Libera

***ARTICOLO CORRELATO*** (Formia e camorra, pestaggio al bar Tirreno – 9 giugno -)

Comments are closed.

H24@SocialStream