ONDE ROAD, LA MUSICA SBARCA TRA I VICOLI DELL’ISOLA DI PONZA

ONDE ROAD, LA MUSICA SBARCA TRA I VICOLI DELL’ISOLA DI PONZA

foto onde roadHa avuto inizio ieri a Ponza, Onde Road, kermesse di appuntamenti musicali inserita all’interno della rassegna Ponza estate 2013. Una serie di concerti che accompagneranno l’isola di Ponza per tutta la stagione estiva. Un modo diverso di fare musica e di avvicinarsi al pubblico abbandonando i canonici schemi del palco. Numerosi artisti noti a livello nazionale e internazionale, si esibiranno infatti “lungo la strada” sorprendendo un pubblico di passanti che assisterà a concerti e performance dal vivo.  Da qui il nome Onde Road.

La rassegna musicale nasce con l’intento di creare sull’isola un movimento culturale di grande spessore artistico in una forma decisamente nuova, minimale, a diretto contatto con il pubblico e senza grosse sovrastrutture ma che si inserisce direttamente nella sua naturale ed elegante scenografia, i cui unici due elementi sono un angolo di strada e il mare che la circonda.

Ad aprire la rassegna Camilla Noci & os parceiros sulle note della musica brasiliana. Il nome parceiros si ricollega alla fine degli anni ’60, quando le melodie che Jobim scrisse insieme ai suoi “parceiros” ovvero collaboratori, autori e musicisti invasero il mercato. Una vera e propria passione quella di Camilla Noci, cantautrice romana, che interpreta il sound brasiliano in tutte le sue sfumature, dalla bossa nova all’ Mpb, dallo choro al samba. Lo stile esecutivo rimane  inequivocabilmente quello brasiliano, un distillato moderno dell’ essenza della musica popolare, da cui deriva la Bossanova appunto, elegante stilizzazione ritmica del samba.

La kermesse prosegue stasera con un’altra presenza importante: Stefano Scarfone. Oltre vent’anni di carriera musicale dedicati interamente alla chitarra e alle sue possibilità. A soli 25 anni, Scarfone fa della musica la sua professione, con una carriera che si divide tra le attività live e le tournée, la produzione artistica e l’arrangiamento, la composizione di colonne sonore nel settore televisivo, pubblicitario e cinematografico.

Collabora infatti come session man e produttore con molti artisti del panorama italiano ed internazionale e con numerose etichette discografiche (Sony, Bmg Universal, Warner e Virgin).

Vince un disco per l’estate (Rai) con la produzione “La danza delle ore”, un Key Awards (Oscar per la pubblicità), compone brani e colonne sonore per centinaia di produzioni, in primo luogo per la Rai.

Nel 2005 autoproduce il suo primo album solista, “Original Soundtrack”, una raccolta di brani già utilizzati per film e sonorizzazioni, e si dedica alla promozione live del lavoro.

Nel 2011 esce il suo terzo album: “Precipitevolissimevolmente” definito dall’illustre penna di Gianmichele Taormina (Jazzitalia): “un lavoro che brilla intensamente di una speciale densità poetica. Di un’autenticità pura e unica nel suo genere”.

Dodici tracce che raccontano chi è Stefano, quali sono le sue radici, i luoghi che lo hanno emozionato e le donne che lo hanno ispirato. Un viaggio nell’Italia del Sud, dove il sole scalda il cuore e accende le passioni, ma anche un luogo difficile, dove un carattere può formarsi nella tempra che gli permetterà di sfondare ogni muro impedisca alla sua musica di prendere il volo.

“Adoro la musica acustica, gli archi, la batteria suonata delicatamente con le spazzole, la voce di una tromba, il battito percussivo sulla cassa di una chitarra – afferma Scarfone — tutte le mie energie sono concentrate sulla ricerca dell’espressività. Ripeto un nota all’infinito finché non suona come voglio, cambio tecnica e diteggiatura in funzione del suono che è l’unica cosa su cui sono veramente concentrato quando studi”.

Comments are closed.

H24@SocialStream