***video***LOTTIZZAZIONE ABUSIVA ALL'AVIR DI GAETA, GLI EX DIPENDENTI RESTANO FUORI DAL PROCESSO

***video***LOTTIZZAZIONE ABUSIVA ALL'AVIR DI GAETA, GLI EX DIPENDENTI RESTANO FUORI DAL PROCESSO

*Gli ex dipendenti dell'Avir di Gaeta all'ingresso del Tribunale di Gaeta*

*Gli ex dipendenti dell’Avir di Gaeta all’ingresso del Tribunale di Gaeta*

In realtà la prima udienza doveva svolgersi il 4 marzo scorso, ma quella data è stata buona solo per decretare i difetti di notifica alle parti in causa così da far slittare a ieri l’inizio del procedimento penale a carico di 27 persone per concorso in lottizzazione abusiva, aggravata della continuazione, ed eseguita in assenza di autorizzazione o in difformità da essa su area soggetta a vincolo paesaggistico sull’area Ex Avir di Gaeta.

In apertura di seduta c’è stata la richiesta di costituzione di parte civile da parte di 49 ex operai della fabbrica oggi dismessa per la produzione del vetro difesi dall’avvocato Fabio Maria Vellucci. Richiesta presentata al giudice della sezione distaccata di Gaeta del Tribunale di Latina Carla Menichetti con la motivazione dei danni urbanistici recati alla città e ai suoi cittadini. E infatti le motivazioni della richiesta di costituzione di parte civile si basavano proprio sulla presunta inerzia da parte del Comune che, secondo i 49 richiedenti, avrebbe dovuto costituirsi contro gli eventuali responsabili che il procedimento penale dovesse riconoscere.

Ma il Comune di Gaeta non ha proceduto e allora per la parte pubblica ci hanno pensato i 49 cittadini gaetani, che già su un altro fronte investigativo, sempre della Procura di Latina riguardante l’ex opificio, un possibile disastro ambientale, avevano chiesto un risarcimento.

Molteplici a quel punto le eccezioni sollevate dagli avvocati difensori degli accusati, dall’assenza della certificazione d’identità dei richiedenti all’insussistenza della presunta inerzia processuale del Comune di Gaeta, dalla mancanza di motivazioni alla richiesta del danno alle precisazioni sulla qualità del danno arrecato. Insomma, come previsto, muro contro muro.

Così, dopo una breve Camera di Consiglio, il giudice Menichetti si è espressa contrariamente all’ammissibilità della richiesta in virtù del riconoscimento di almeno tre motivi fondati. In sostanza la richiesta dei 49 non poteva esser giustificata come un intervento dovuto in assenza della medesima richiesta da parte della pubblica istituzione, che per definizione è il Comune, perché per il giudice in realtà, nell’ambito di procedimenti giudiziari amministrativi paralleli, il Comune di Gaeta ha in realtà fatto valere le proprie ragioni, smentendo così di fatto la richiesta dei 49.

Inoltre secondo il giudice non erano presenti nella richiesta le motivazioni per cui si procedeva e, infine, ma non elemento marginale, andavano autenticate tutte le firme.

Quindi, dovesse il processo arrivare a conclusione, nessun risarcimento ad alcuna parte civile sarà riconosciuto. Ma oggi, come da prassi, era il momento dell’ammissibilità delle liste di testi e consulenti che verranno ascoltati nel corso della prossima udienza fissata dal giudice per il 13 novembre prossimo.

Per la pubblica accusa, rappresentata dal titolare dell’inchiesta il sostituto procuratore della Repubblica di Latina Giuseppe Miliano, ieri assente, saranno ascoltati un componente dell’Arma dei carabinieri, un ufficiale del nucleo investigativo del corpo forestale dello Stato, un vigile urbano e un architetto comunale.

Lapidario il commento dell’avvocato Vellucci che ha definito l’inammissibilità di parte civile come “una pagina non memorabile per la tutela del territorio e per la memoria e il ricordo degli ex operai che hanno speso 30 anni della loro vita anche nell’interesse della stessa città di Gaeta. Ora – ha precisato – valuteremo l’ordinanza per una eventuale impugnativa ma sta di fatto che oggi tutta la città di Gaeta deve doversi per non essere riconosciuta come vittima di quanto accaduto all’ex Avir”.
DALLE INTIMIDAZIONI, AL SEQUESTRO, AL PROCESSO

***ARTICOLO CORRELATO*** (VIDEO – Intimidazioni a rappresentanti del Comune di Gaeta – 12 dicembre 2009 -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (VIDEO – Gaeta, ex Avir: 60 dipendenti chiedono giustizia – 9 ottobre 2010 -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (VIDEO – NIPAF E Carabinieri in azione, sequestrata l’area ex Avir a Gaeta – 18 luglio 2011 -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (VIDEO – Gaeta, sequestro Avir: interviene Raimondi – 20 luglio 2011 -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Fondi. Auto di agente della Polizia Locale in servizio a Gaeta distrutta dalle fiamme – 19 agosto 2011 -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Gaeta-Fondi, fuoco all’auto di un agente della Municipale. Per ora escluso il dolo – 20 agosto 2011-)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Gaeta, Ialongo: “Nessun collegamento tra Verrecchia e il sequestro Avir” – 23 agosto 2011 -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Gaeta, acquisizione ex Avir: partito l’iter – 16 novembre 2011 -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Secondo sequestro giudiziario nell’area ex-Avir a Gaeta – 28 dicembre 2011 -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (VIDEO – Secondo sequestro nell’area ex Avir. Parla il sindaco Raimondi – 30 dicembre 2011 -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (VIDEO – Gaeta, casotto rosso dell’ex Avir: nuova denuncia dai vetrai – 1 giugno 2012 -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Gaeta, ex vetreria: il nuovo look approvato quasi all’unanimità – 4 agosto 2012 -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (VIDEO – Ex operai dell’Avir incontrano il Sindaco di Gaeta – 27 agosto 2012 -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Gaeta, esposto contro il comandante della Polizia Municipale… l’Avir sullo sfondo – 27 ottobre 2012 -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Gaeta, ex Avir: processo per lottizzazione abusiva al via il 4 marzo – 21 novembre 2012 -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Gaeta, il bilancio di fine anno del sindaco Mitrano e i progetti per il 2013 – 29 dicembre 2012 -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (VIDEO – Gaeta, lottizzazione abusiva all’ex Avri: processo al via per 27 imputati – 4 marzo -)

Comments are closed.

H24@SocialStream