PARCO DEL CIRCEO E CORPO FORESTALE, FIRMATA LA CONVENZIONE

PARCO DEL CIRCEO E CORPO FORESTALE, FIRMATA LA CONVENZIONE

E’ stata firmata ieri mattina a Roma la nuova convenzione tra l’Ente Parco Nazionale del Circeo e il Corpo Forestale dello Stato per la realizzazione di obiettivi comuni tra il Parco e l’Ufficio Territoriale per la Biodiversità di Fogliano. Si tratta di un accordo molto importante, perché per la prima volta la convenzione non avrà una durata annuale ma pluriennale, ovvero per il triennio 2013-2015. A firmare l’atto il commissario straordinario dell’Ente Parco Gaetano Benedetto e il capo del Corpo forestale dello Stato Cesare Patrone.

La convenzione rafforza la collaborazione tra l’Ente e il Corpo forestale, mettendo insieme la struttura operativa imponente di quest’ultimo che ha storicamente gestito il Parco fino al 2007, con la novità della gestione dell’Ente Parco. Inoltre, l’Ufficio territoriale di Fogliano continuerà, attraverso personale di ruolo e a contratto, a fornire la collaborazione all’Ente Parco nelle proprie attività istituzionali e, in base alla rinnovata convenzione, il personale distaccato all’Ente salirà da 5 a 7 unità, al fine di rafforzare le stesse attività. I fondi messi a disposizione del Parco per l’attuazione della convenzione ammontano per la prima annualità a 300 mila euro, per un totale complessivo relativo al triennio di 900 mila euro.

“E’ un accordo molto importante – ha detto il commissario del Parco Gaetano Benedetto – non soltanto in termini di mezzi, uomini e risorse economiche, ma anche di condivisione di obiettivi e di funzionalità. Nel momento in cui è chiaro che le varie manovre economiche portano a una riduzione della pianta organica inizialmente utilizzata, un accordo strutturale con il Corpo Forestale dello Stato è determinante per la funzione del Parco e coincide con gli obiettivi comuni che tutti i soggetti istituzionali operanti nell’ambito del Parco si devono dare, ciascuno per le proprie competenze”.

Gli obiettivi comuni riguardano in particolare la gestione delle riserve naturali e dei beni demaniali in uso al Cfs ricompresi nel territorio del Parco, l’informazione e la divulgazione al pubblico, l’educazione ambientale, il monitoraggio della biodiversità e la ricerca scientifica, l’attuazione degli interventi strategici individuati dal Piano del Parco, e la prevenzione e difesa degli incendi boschivi. Nell’ambito della convenzione, si conferma l’utilizzo da parte dell’Ente Parco delle strutture in capo al Cfs (tra le altre, la sede, il museo naturalistico e il podere Cicerchia).

Comments are closed.