TERRACINA, PROCACCINI: “LE ACQUE DI BALNEAZIONE SONO ECCELLENTI SUL 99% DEL NOSTRO TRATTO DI COSTA”

Il sindaco Nicola Procaccini, l’assessore all’ambiente Loreto Maragoni e della Regione Lazio Marco Mattei, hanno illustrato i dati che classificano le acque per la balneazione del Comune di Terracina.

“Le analisi sulla balneabilità delle acque del mare di Terracina prodotte dall’Arpa – afferma il sindaco Procaccini – hanno certificato un netto miglioramento rispetto allo scorso anno. Ormai le acque di balneazione di Terracina sono eccellenti sul 99% del nostro tratto di costa, il rimanente 1% dove venivano classificate sufficienti oggi sono diventate buone. Quindi, abbiamo messo un altro tassello importante per raggiungere la Bandiera Blu. Ricordo che soltanto pochi giorni fa Terracina ha toccato una quota importante di raccolta differenziata dei rifiuti, entrando pienamente in uno dei parametri indispensabili per giungere al vessillo delle Fee. Oggi, dati alla mano, possiamo festeggiare anche un altro parametro fondamentale: la qualità delle acque balneabili, frutto di un lavoro sinergico tra tanti enti: la Regione, la Provincia di Latina e Acqualatina, l’Ato e il Consorzio di Bonifica, quest’ultimo coinvolto in maniera quasi totalizzante. Insomma, l’acqua del mare di Terracina è sempre migliore, – termina Procaccini – e ci avviamo a tappe forzate verso l’obiettivo Bandiera Blu”.

L’assessore Maragoni tiene a precisare: “Tempo fa avevamo indetto una conferenza di servizi che si poneva come obiettivo, tra l’altro, di creare l’Agenzia Terracina per ottimizzare insieme all’Arpa, Acqualatina e Consorzio di Bonifica tutti i lavori in programmati e da programmare. Attività che oggi ci hanno evidentemente fatto raggiungere l’ennesimo buon risultato che ci avvicina alla Bandiera Blu”.

I dati. Due soltanto i piccoli tratti negati alla balneazione: le acque antistanti al porto di Terracina e zona depuratore di via delle Cave, l’altro stop è imposto alla foce del Fiume Portatore. Sui rimanti tratti di mare si riscontrano grandi e positivi risultati: dai 1.000 metri di divieto posti alla sinistra del Fiume Portatore oggi è ridotto a soli 250 metri. Dei 1.300 metri alla destra dello stesso Fiume Portatore, oggi la balneabilità vietata a soli 250 metri.  Negli altri specchi d’acqua terracinesi le analisi sono tutte eccellenti o buone. Dalla balneazione delle acque al termine dei lavori di ripascimento della spiaggia di Terracina.

Per l’assessore all’ambiente Marco Mattei “E’ stato posto in campo in poco tempo un grande lavoro che si è concluso alla vigilia della stagione balneare. Stiamo lavorando alacremente anche per trovare una soluzione tecnica alla spiaggia posta a nord di Terracina per completare l’ultimo tratto di 200 metri che porta verso Foce Sisto. Spiaggia che oggettivamente risente, sfortunatamente, di lavori non certamente fatti a regola d’arte e che hanno impedito alla costa, che esce con un profilo naturale, di assumere una piega anomala di un’erosione costante e peggiorativa. Siamo convinti che con una caratterizzazione adeguata della sabbia riusciremo a spostare le necessarie quantità per effettuare il ripascimento in tempi brevi anche per la spiaggia posta a nord del Sisto”.

Vai alla homepage di

Leggi anche

Top