INIZIA ALLA PISANA ITER LEGGE SU DISTRIBUTORI DI CARBURANTE

Con la relazione dell’assessore Pietro Di Paolo in commissione Piccola e media impresa, commercio e artigianato è iniziato stamane l’iter legislativo della proposta di legge regionale n. 323 che, modificando la legge n. 8 del 2001, introduce, tra l’altro, nuove norme sulla liberalizzazione degli impianti di distribuzione dei carburanti.

La commissione presieduta da Francesco Saponaro aveva oggi il compito di scegliere un testo base tra la proposta di Giunta e quella dei consiglieri Giancarlo Miele, Irmici, De Romanis e Cappellaro o, viceversa, se procedere all’esame di un testo unificato.
I commissari hanno optato all’unanimità per la prima ipotesi. Lo stesso Giancarlo Miele è intervenuto in commissione per dichiarare il proprio consenso alla scelta. “I due testi – ha dichiarato Miele – vanno nella stessa direzione, hanno la stessa finalità di base: eliminare i vincoli alla distribuzione dei carburanti e liberalizzare il settore. A me – ha aggiunto – la proposta della Giunta soddisfa molto perché è all’avanguardia e introduce passaggi importanti”.

L’assessore alle Attività produttive e Politiche dei rifiuti, Pietro Di Paolo, dopo aver sottolineato che la nuova legge è necessaria perché dal 2001 sono intervenute importanti modifiche nazionali, per ultime quelle contenute nel cosiddetto ‘decreto Monti’ di quest’anno, ha menzionato alcune importanti novità contenute nella sua proposta di legge. “Il principale obiettivo – ha dichiarato – è quello di insistere sulle liberalizzazioni: non sarà più necessario, ad esempio, attendere la chiusura di un vecchio impianto per poterne aprire uno nuovo. Poi ci sono le modifiche all’orario di apertura, in linea con le indicazioni nazionali. Infine – ha aggiunto Di Paolo – viene ridefinita la figura del professionista che fa le perizie giurate, il quale dovrà essere abilitato secondo la normativa europea e non più solo quella regionale”.

Il presidente della commissione, Francesco Saponaro, ha rinviato la discussione generale sul provvedimento a dopo le audizioni di tutte le componenti del settore, che inizieranno martedì prossimo, 3 aprile. A tal proposito, Saponaro ha accolto la richiesta del consigliere Mario Mei di convocare anche un rappresentante del Comune di Roma.

Hanno partecipato alla seduta, oltre al presidente Saponaro e a Mei, i consiglieri Gina Cetrone, Luigi Abate, Nicola Illuzzi, Francesco Artenisio Carducci e Giuseppe Parroncini.

Vai alla homepage di

Leggi anche

Top