LA BIBLIOTECA COMUNALE SARA’ INTITOLATA AL MAESTRO MANZU’

Si è celebrata in un clima di grande interesse la cerimonia di inaugurazione della mostra dedicata a Tony Di Nicola, nel terzo anniversario della prematura scomparsa dell’artista.
Molte opere in bronzo di Tony Di Nicola sono dedicate al Maestro Giacomo Manzù, cittadino apriliano la cui arte ha avuto un’eco internazionale, se non addirittura mondiale, al quale l’artista celebrato in questi giorni nella sala museale della biblioteca comunale (la mostra è aperta al pubblico fino al prossimo 16 settembre) si è ispirato. E il tema della mostra, “Le opere di Di Nicola attraverso il pensiero del Maestro Manzù”, idealmente ricorda anche il ventesimo anniversario della sua scomparsa, nel 1991.
Per questo, oltre alla bontà artistica e alla pregevolezza con le quali è stata allestita la mostra, un motivo particolare di emozione è stato suscitato dalla presenza della signora Inge Manzù, vedova di Giacomo Manzù, e dalla signora Di Nicola, ricevute prima nell’ufficio del sindaco Domenico D’Alessio per un incontro istituzionale, quindi protagoniste dell’inaugurazione della mostra.
«La cultura non muore – ha detto D’Alessio – e ci arricchisce tutti, ogni giorno di più. Per questo siamo particolarmente orgogliosi di celebrare, nel 75esimo anniversario della fondazione di Aprilia, due artisti apriliani d’adozione che hanno votato all’arte e alla cultura la loro esistenza. Il calore e le emozioni suscitate da questa mostra ci suggeriscono di intitolare non già solo la sala museale a Giacomo Manzù, ma l’intera biblioteca comunale. E, come ulteriore segno del nostro grande apprezzamento per l’arte di questi due cittadini apriliani prediletti, l’amministrazione annuncia l’acquisizione al patrimonio culturale collettivo del busto in bronzo con il quale Di Nicola raffigura e omaggia il Maestro Giacomo Manzù, simbolo di questa mostra, che a breve sarà collocato presso la biblioteca».
Durante il confronto con la signora Inge, inoltre, il sindaco ha avanzato la proposta di una mostra di opere del Maestro Manzù che inauguri e celebri l’intitolazione della biblioteca al marito scomparso ormai venti anni fa. La signora Inge Manzù non solo ha accolto con favore e sposato l’iniziativa, ma anche lanciato un’ulteriore proposta per un secondo evento artistico, questa volta collettivo, dove raccogliere le opere d’arte che molti artisti apriliani hanno realizzato per omaggiare o ricordare Giacomo Manzù.

 

 

 


Comments are closed.