TENTATA VIOLENZA SESSUALE, ARRESTATO UN 33ENNE PASTORE DI MONTE SAN BIAGIO

Tentata violenza sessuale aggravata e lesioni aggravate. Con queste accuse gli agenti della squadra di Polizia Giudiziaria del Commissariato di Fondi, hanno arrestato, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in un carcere, un 33enne pastore, D.L.. L’indagine prende avvio a fine marzo quando una donna di  32 anni sporge formale denuncia-querela nei confronti di due pastori di Monte San Biagio che, a suo dire, mentre si trovava in campagna per la raccolta, avevano tentato in maniera manifesta di avere un rapporto sessuale con lei, usando un coltello per minacciarla e strappandole con violenza i vestiti di dosso, tentando nel contempo, di immobilizzarla a terra per non farla gridare. Nonostante ciò, soltanto il sangue freddo e la immediata reazione della vittima che riusciva ad urlare, richiamando l’attenzione di un’altra donna a quell’ora nei campi, faceva sì che potesse sottrarsi alla violenza scappando spaventata verso casa. Sulla base delle descrizioni fornite agli inquirenti, nonché della zona indicata e solitamente battuta, dopo poco tempo si riusciva ad individuare i presunti aggressori, riconosciuti finanche in fotografia dalla denunciante, riscontrando successivamente anche la testimonianza raccolta che consentiva di redigere una dettagliata informativa di reato inviata urgentemente alla Procura della Repubblica di Latina. Alla luce di quanto descritto e sulla base dei circostanziati elementi investigativi raccolti, il Pm Eleonora Tortora, richiedeva al Gip, un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa in data di ieri, a firma del Gip del Tribunale di Latina Nicola Iansiti  che veniva subito eseguita. Durante la perquisizione presso l’abitazione dell’arrestato veniva rinvenuto anche il coltello descritto e molto probabilmente utilizzato lo stesso giorno dell’evento delittuoso.

Comments are closed.