RINVENUTO A ZANNONE UN RARISSIMO ESEMPLARE DI “CULBIANCO”

Una rarissima femmina di Culbianco è comparso sull’isola di Zannone lo scorso 11 aprile. Il volatile  è stato ritrovato durante la campagna di inanellamento del progetto “Piccole Isole” coordinato in Italia dal Centro Nazionale di Inanellamento dell’Ispra. Il volatile era stato precedentemente marcato con un anello il 29 agosto del 2006, sul Massiccio del Gran Sasso a quota 2200 metri, presso la Stazione Ornitologica d’Alta Quota di Campo Imperatore. Secondo gli esperti proprio a Zannone “L’uccello ha effettuato una sosta durante la migrazione pre-riproduttiva, che le specie migratrici a lungo raggio, come il culbianco, compiono per raggiungere le aree di nidificazioni in Europa dai quartieri di svernamento in Africa tropicale a sud del Sahara”. L’ipotesi è che il culbianco marcato sul Gran Sasso e ricatturato a distanza di cinque anni, abbia compiuto numerosi viaggi tra l’Africa ed il sito italiano di nidificazione”.

Comments are closed.