OPERAZIONE DELLA POLIZIA DI FONDI A CONTRASTO DELL’IMMIGRAZIONE CLANDESTINA

Il vice questore Massimo Mazio

Prevenzione e repressione del fenomeno dell’immigrazione clandestina. Nella giornata di ieri gli agenti del commissariato di Polzia di Fondi, ufficio immigrazione, a seguito di un’attenta attività di indagine, hanno “attenzionato” uno stabile  sito nel centro cittadino di Fondi, il cui indirizzo è risultato ricorrente nelle pratiche di regolarizzazione di cittadini stranieri di etnia indiana. Già alcuni giorni fa, gli agenti avevano effettuato un primo sopralluogo con accesso all’immobile, controllando due  appartamenti e accertando la presenza di numerosi cittadini stranieri in stato di clandestinità che, al termine delle operazioni di identificazione, venivano denunciati per violazione dell’art.10 bis del D.L.vo 286/98 ed oggetto di provvedimenti di espulsione del Questore a lasciare il territorio nazionale entro cinque giorni. L’esito del controllo ha reso così necessario un secondo accesso al fine di verificare la presenza di irregolari anche in un terzo appartamento e l’eventuale allontanamento di quelli già segnalati ed espulsi. Il controllo ha permesso di acclarare che, successivamente all’accesso, due degli appartamenti erano stati abbandonati dagli stranieri rintracciati, mentre soltanto uno era occupato da dodici extracomunitari della stessa etnia. Al termine delle operazioni di identificazione sono risultati 3 irregolari/clandestini sul territorio nazionale e per questo denunciati in stato di libertà per violazione all’art.10 bis del D.L.vo 286/98 e destinatari di provvedimenti di espulsione. Sono in corso ulteriori accertamenti circa l’eventuale responsabilità penale del proprietario dello stabile o dei cittadini indiani in possesso di permesso di soggiorno affittuari degli immobili.

Comments are closed.