MINACCIAVANO LE PROSTITUTE. TRE SFRUTTATRICI IN ARRESTO

Georgiana PAVEL

Mindra STOICA

Cristina GREC

Alle prime ore della mattinata,  personale della Squadra Mobile di Latina al termine di una minuziosa attività investigativa ha tratto in arresto, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP presso il Tribunale di Latina, Georgiana PAVEL, nata in Romania nel ’90,  Mindra STOICA, nata in Romania nell’86,  e Cristina GREC, nata in Romania nell’83, tutte in Italia senza fissa dmora.
Le tre donne  devono rispondere dei reati di rapina, sequestro di persona, lesioni e minacce nei confronti di connazionali al fine di indurle a ritrattare accuse nei loro confronti e di loro complici nell’attività di sfruttamento della prostituzione. Lo scopo era anche quello di farle allontanare  dalla zona per  inserire altre prostitute  gestite dalle arrestate.
Le indagini coordinate dal dr. Gregorio Capasso della Procura della Repubblica di Latina, hanno consentito di far luce su alcuni gravissimi episodi che hanno visto coinvolte le tre donne  le quali, al fine di riuscire a scagionare loro connazionali arrestati nelle ultime settimane dalla  Squadra Mobile per i reati di sfruttamento della prostituzione, rapina ed altro, non hanno esitato a minacciare e sequestrare le denuncianti per costringerle a ritrattare le accuse. In particolare, in un’occasione, al fine di rendere più grave la minaccia, con l’uso di un’arma da taglio hanno procurato delle lesioni ad una delle vittime.
Al termine delle formalità di rito le arrestate sono state ristrette presso la Casa Circondariale di Roma Rebibbia a disposizione dell’A.G.

***ARTICOLO CORRELATO***

Alle prime ore della mattinata odierna, personale della Squadra Mobile al termine di una minuziosa attività investigativa ha tratto in arresto, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP presso il Tribunale di Latina, PAVEL Georgiana, nata in Romania il 12.1.1990, in Italia s.f.d., STOICA Mindra, nata in Romania il 19.11.1986, in Italia s.f.d. e GREC Cristina, nata in Romania il 20.4.1983, in Italia s.f.d. .

Le tre donne devono rispondere dei reati di rapina, sequestro di persona, lesioni e minacce nei confronti di connazionali al fine di indurle a ritrattare accuse nei loro confronti e di loro complici nell’attività di sfruttamento della prostituzione. Lo scopo era anche quello di farle allontanare dalla zona per inserire altre prostitute gestite dalle arrestate.

Le indagini coordinate dal dr. Gregorio Capasso della Procura della Repubblica di Latina, hanno consentito di far luce su alcuni gravissimi episodi che hanno visto coinvolte le tre donne le quali, al fine di riuscire a scagionare loro connazionali arrestati nelle ultime settimane dalla Squadra Mobile per i reati di sfruttamento della prostituzione, rapina ed altro, non hanno esitato a minacciare e sequestrare le denuncianti per costringerle a ritrattare le accuse. In particolare, in un’occasione, al fine di rendere più grave la minaccia, con l’uso di un’arma da taglio hanno procurato delle lesioni ad una delle vittime.

Al termine delle formalità di rito le arrestate sono state ristrette presso la Casa Circondariale di Roma Rebibbia a disposizione dell’A.G.

Comments are closed.

H24@SocialStream