LATINA SUPERA ROMA E SALVA LA STAGIONE

L’Andreoli non aspetta i risultati dagli altri campi di gioco e si salva con una giornata di anticipo. Lo fa superando la M.Roma nel derby del Lazio per 3-1 (22-25, 25-23, 25-18, 25-23) in una gara carica dal punto di vista agonistico. I romani devono dire addio ai sogni playoff anche con le sconfitte di Vibo e San Giustino.

Subito avanti gli ospiti 9-14 grazie ad una difesa attenta, i pontini recuperano fino al 20-22 ma devono subire il 22-25 finale. Secondo set con Gitto in campo e Medei che ruota la formazione, il set è più equilibrato con le due squadre che si alternano nel punteggio, dopo il secondo set tecnico i pontini conquistano un vantaggio di due punti, i romani si riportano in parità (19-19) ma è un muro di Gitto (tre nel set) a chiudere sul 25-23. Terzo set con i locali subito avanti 8-3 e poi 11-6, la M.Roma si rifà sotto 13-12, ma l’Andreoli allunga e chiude con un eloquente 25-18. Quarto set con Giani che prova la doppia carta Zaytsev e Corsini, il Latina va avanti 6-4, la gli ospiti recuperano e grazie a Bencz si portano avanti 11-15, l’Andreoli reaggisce  e trova la parità sul 19 con Popelka, nominato Mvp, è un ace di Starovic il sorpasso e poi il ceko allunga per il 25-23 conclusivo.

Medei con Vujevic out per una contrattura alla schiena, propone Sottile in regia e Starovic opposto, Kohut e Spairani centrali, Kovacevic e Popelka schiacciatori e Pieri libero. Andrea Giani risponde con Paolucci alzatore e Bencz opposto, Lebl e Yosifov al centro, Saraceni e Cupkovic di banda e Cesarini libero.

La gara si apre con un contrattacco di Bencz (0-1), errore di Cupkovic (3-2), errore di Kovacevic (5-6) e contrattacco di Saraceni (5-7). Contrattacco di Bencz (7-10) e poi ace dell’opposto 9-13 e Medei ferma il gioco. Si riprende con una difesa spettacolare dei capitolini chiusa da Cupkovic (9-14). Sul 15-19 dentro Giombini al posto di Sottile per alzare il muro e Starovic mette a segno l’ace del 16-19 con Giani che chiama tempo. Sul 17-21 dentro Gitto e Cortina, Kohut vince il contrasto a rete con Paolucci 20-22 e i romani fermano il gioco. rientra in prima linea Popelka sul 21-23, il set si chiude con Lebl sul 22-25.

Secondo set con Gitto in campo e Medei che ruota di tre giri il sestetto. Kovacevic (2-1), errore di Bencz (3-1), Cupkovic (3-3), ace di Bencz (4-5), muro di Gitto (6-5), ace di Copkovic (6-7) e ancora muro di Gitto (8-7). Muro di Sottile (9-7), contrattacco di Bencz (10-10), invasione di Copkovic (13-11) e Giani chiama tempo. Yosifov riporta la parità sul 14-14. Si riprende con un muro Gitto-Popelka (17-15), ace di Yosifov (17-17) e Medei ferma il gioco. Errore di Copkovic (19-17), dentro Cortina in seconda linea, errore dei pontini (19-19), Spairani entra in battuta, poi è la volta di Zaitsev al servizio e sul 24-23 i capitolini chiedono tempo. Si riprende con un muro di Gitto per il 25-23.

Terzo set con i sestetti che avevano chiuso il set precedente, muro di Kovacevic (2-0), errore di Yosifov (5-2) e Giani chiama tempo. Popelka (7-3) e Starovic con un ace allungano a 8-3. dentro Corsini al posto di Lebl, Bencz (8-5), dentro Zaytsev per Saraceni, Starovic da seconda liena (11-6), Bencz (12-9) e ancora l’opposto (12-10) con Medei che chiama tempo. Dentro Spairani, Yosifov (13-12), dentro Uriarte errore di Copkovic (16-13). Gitto chiude di prima intenzione il 17-13 e Giani ferma il gioco. Si riprende con una difesa spettacolare di Starovici finalizzata da Popelka sul 18-13, rientra Paolucci in regia per i romani, ace di Popelka (20-14), dentro anche Cisolla, poi Cortina per i pontini, ace di Gitto (22-15), errore dei capitolini (24-16), errore di Kovacevic (24-18) che poi si rifà chiudendo il set sul 25-18.

Quarto set con Zaytsev e Corsini confermati da una parte e Spairani dall’altra, Starovic (4-3), ace di Popelka (6-4). Corsini a muro (8-8), ace di Bencz (11-12) che poi contrattacca l’11-13 e Medei chiama tempo. Si riprende ancora con Bencz (11-14), Zaytsev (11-15), Kovacevic (13-15). Dentro Cortina, errore di Bencz, 15-16, Giani chiama timeout. Dentro Uriarte e Cisolla, errore di Kovacevic (16-19) e Medei ferma il gioco. Ace di Kovacevic 18-19, contrattacco di Popelka dopo un muro che sembrava punto (19-19), ace di Starovic (22-21) con Giani che chiama tempo. Si riprende con un battuta di Starovic che ritorna sul campo del Latina e Popelka chiude il 23-21, la gara si conclude con una battuta sbagliata di Cisolla sul 25-23.

Giampaolo Medei: -“Sono veramente orgoglioso di questa vittoria perché Roma è una bella squadra. Siamo salvi e questo è quello che più conta. Una stagione con tante difficoltà e anche questa sera con l’indisposizione di Vujevic. I giocatori hanno reagito e ci siamo presi l’intera posta”.

Andrea Giani: -“Dobbiamo fare una bella riflessione dopo questa partita. Dovevamo portarla a casa, non l’abbiamo preparata bene dentro. Non si possono commettere errori di fila e far rimontare l’avversario”.

Jiri Popelka: “Oggi sono molto contento perché volevamo reagire alla mancanza di Vujevic. Sono stato bravo  in attacco perché sono stato servito da Sottile in maniera perfetta. Sono soddisfatto di aver contribuito a vincere questa partite che per noi significa la salvezza”.

Andreoli Latina-M.Roma 3–1 (22-25, 25-23, 25-18, 25-23)
Andreoli Latina: Kovacevic 13, Kohut 6, Starovic 21, Popelka 19, Spairani 1, Sottile 1; Pieri (L), Giombini, Gitto 7, Cortina. N.e: Nonne, Labardi. All. Medei

M.Roma: Saraceni 5, Lebl 6, Bencz 26, Cupkovic 10, Yosifov 6, Paolucci; Cesarini (L), Uriarte, Zaytsev 6, Cisolla, Corsini 3. N.e: Tomatis, Corsano (L). All. Giani

Arbitri: Puecher, Tanasi.

Comments are closed.

H24@SocialStream