LATINA ESPUGNA FORLI’ E INCAMERA TRE PUNTI PREZIOSI

Grande cornice di pubblico al Palazzetto delle Sport di Fondi per il derby fondano tra Virtus Fondi e Gymnastic Studio con oltre 400 spettatori,  tifoserie divise con tanto di scenografia e grande spettacolo con la vittoria netta della Gymnastic Studio per 5 a 2. La squadra del presidente Biasillo, reduce dall’esonero del tecnico, decide di affidare la squadra a Di Mauro coadiuvato da capitan Teseo, quest’ultimo ancora fermo per infortunio. Le squadre in campo si affrontano sin dall’inizio con un gioco tutt’altro che di attesa con la Gymnastic impegnata nella marcatura a uomo su tutto il campo. La Virtus, con un atteggiamento forse troppo attendista permette agli avversari di trovarsi in due occasioni davanti la porta di Oresti, ma senza concretizzare. Nell’impostazione dell’azione successiva arriva la prima marcatura della Gymnastic ad opera  dell’ottimo Corona. Il gioco diviene sempre più duro, ma comunque corretto, tanto da far terminare ad entrambe le squadre il bonus dei 5 falli gia’ al 20 circa. La seconda rete della Gymnastic arriva dopo pochi minuti con il solito Sorrentino, che in questa gara ha dato ottima impressione di giocatore che lavora per la squadra anche dietro le linee difensive. La Virtus sotto di due reti, prende le misure dell’avversario e grazie ad un calcio di punizione realizzato da Del Sette accorcia le distanze. Di Mauro e Teseo dalla panchina modificano ancora l’assetto della squadra cercando di allungare la squadra, che indietreggiava a causa del pressing asfissiante degli avversari. Un gioco prediletto dal bomber Triolo, che dopo 5 minuti semina il panico e realizza la terza rete su tiro libero battendo l’appesantito Oresti. La Virtus non molla ed esce fuori spavalda, con un’ottima azione, partita dalla retroguardia mettendo in condizione Del Sette di realizzare la rete del momentaneo 3 a 2 andando al riposo. Il secondo tempo ha tutto altro registro per la Virtus Fondi, con il suo ultimo uomo nella meta’ campo avversaria, con i giocatori della Gymnastic chiusi in poco più di 20 metri. In questo frangente  di disordine tattico dei giallo blu, Di Mauro e Teseo chiamano a se i propri compagni insistendo sull’uscita pressing, diventato troppo pesante. Il vero gladiatore della partita, Attilio Pannozzo, nonostante la sua giovane eta’ comanda i suoi nei movimenti difensivi innalzando un muro impenetrabile. Infatti la Virtus Fondi arriva a vedere la porta avversaria solo con 5 tiri liberi, neutralizzati dall’insuperabile Pappa dimostratosi portiere di categoria superiore.  Al 15 secondo tempo arriva la doccia gelata per la Virtus con ancora lo scatenato Triolo mettendo a segno la sua doppietta personale, ormai diventato abitue’ nei derby,  che permette alla sua squadra di giocare con più tranquillita’. La Virtus continua a girare palla, anche grazie all’ausilio del portiere Oresti, che con le sue goffe ripartenze riescono comunque a creare la superiorita’ numerica ed a far terminare il bonus dei falli ai giallo blu. La difesa della Gymnastic respinge le offensive degli avversari con ordine e precisione  ed a 5 minuti dal termine e’ Corona a mettere il sigillo alla gara con un tunnel ai danni di Oresti, troppo impegnato forse ad uscire dai pali, ma poco lucido nel suo compito di portiere. Una gara giocata con il cuore, con la grinta ed il giusto agonismo, dichiara il presidente Biasillo; la squadra proveniva da una settimana difficile a partire dall’esonero del tecnico e con 3 influenzati prima della gara. Il derby corona, dunque la Gymnastic Studio Fondi regina del calcio a 5 fondano, portandosi ancora una volta al terzo posto in classifica. Si dovra’ continuare a marciare per accaparrarsi l’eventuale zona play off.

Comments are closed.

H24@SocialStream