***video***INAUGURATO L’ELETTRODOTTO DEI RECORD. MINISTRO ROMANI: IL NUCLEARE E IL GIAPPONE

Interviste                                                                                        Intervento integrale del ministro Paolo Romani
Inaugurato il nuovo elettrodotto SA.PE.I.”, il primo collegamento elettrico diretto che unisce la Sardegna e il continente e la più importante e tecnologicamente avanzata linea ad alta tensione mai realizzata in Italia. A tagliare il nastro, a Borgo Sabotino, in provincia di Latina, il Ministro dello Sviluppo Economico, Paolo Romani, insieme a Luigi Roth e Flavio Cattaneo, rispettivamente Presidente e Amministratore Delegato di Terna. E’ il ponte elettrico dei record: il più lungo e il più profondo al mondo. Con una potenza da 1.000 megawatt; si snoda per 435 km tra Sardegna e Lazio arrivando a 1.640 di profondità sotto la superficie marina. E con i suoi 750 milioni di euro è l’investimento più importante mai realizzato in Italia per una singola infrastruttura elettrica. Al via anche il “Progetto Insula” un network di cavi sottomarini per unire la Sicilia e le isole minori al continente, per oltre 1,4 miliardi di euro di investimenti.

Il ministro Romani durante il suo intervento ha dichiarato: “Resto un nuclearista convinto  ma di fronte a un evento cosi’ eccezionale come quello in Giappone noi non possiamo occuparci quasi esclusivamente di sicurezza. Dobbiamo capire cosa si possa fare perche’ quello che sta succedendo in Giappone, e ancora non sappiamo cosa possa accedere, non possa riprodursi in Europa”. Si tratta, ha aggiunto, “di un problema non nazionale ma europeo, perche’ siamo immersi in un mare di centrali nucleari anche di prima generazione”. Sugli stress test sulle centrali ha spiegato che “questi si applicano ai vecchi impianti. Da questi speriamo di capire qual e’ la situazione e che ci diano sicurezza”.

Comments are closed.

H24@SocialStream