HC CAPORICCIO, ATTENZIONE AL SIRACUSA

Dopo le due vittorie consecutive colte nel girone di ritorno, l’HC Caporiccio è chiamata ad una conferma nel confronto interno con l’ostico Teamnetwork Albatro Siracusa. La compagine siciliana, che molti alla vigilia davano tra le principali favorite per la promozione in Elite, è stata finora la principale delusione del girone B di A1: nei dodici incontri fin qui disputati gli aretusei hanno raccolto sei vittorie ed altrettante sconfitte e viaggiano in una tranquilla posizione di centro classifica. Ben altre sembravano le prospettive per una squadra che aveva rinunciato a disputare il campionato superiore soprattutto per problemi economici ma che aveva confermato l’intelaiatura della passata stagione: il tecnico sloveno Medved può contare infatti su giocatori di assoluto valore, come il francese Zuniga ed il portiere argentino Garcia, divenuto italiano in settimana, che finora si erano alternati in base alle esigenze della squadra ed ora potranno essere impiegati insieme; a loro vanno aggiunti gli esperti Fusina e Vasquez e l’italo-argentino Viscovich, senza dimenticare i talentuosi giovani come Dell’Aquia, Andrea e Mattia Calvo e l’ex di turno Delitala, che completano un roster di assoluto livello. Dopo un inizio di campionato che sembrava confermare i pronostici della vigilia i siracusani sono successivamente incappati in una serie di passi falsi che ha pregiudicato la loro stagione, tenendoli ormai distanti dai giochi per la promozione. Nonostante la loro attuale classifica, tuttavia, rappresentano un importante banco di prova per gli uomini di De Santis, che sta preparando a dovere la partita. Il tecnico rossoblu, che dovrà fare ancora a meno di Djorovic e Carroccia, intende continuare la striscia positiva e per questo sta guidando allenamenti molto intensi in ogni loro fase. All’andata i rossoblu furono autori di un match positivo quanto sfortunato, uscendo sconfitti dal Pala LoBello anche a causa di alcuni errori di troppo in fase di attacco e dell’attacco febbrile che costrinse De Santis a fare a meno di Djorovic per buona parte dell’incontro. I presupposti per “vendicare” la sconfitta dell’andata ci sono tutti, ma il tecnico fondano richiama all’attenzione: “Il Siracusa è squadra ostica, tra i migliori sette-base del campionato; è una squadra che ha grande esperienza e blasone. Dal canto nostro stiamo lavorando bene, i ragazzi hanno entusiasmo e voglia di far bene, di vincere e giocare una grande partita di fronte al nostro pubblico. Non sarà una partita facile ma sono ottimista, ho visto i ragazzi allenarsi in settimana e ho grande fiducia in questo gruppo”.

L’incontro, che si preannuncia di buon livello tecnico, sarà diretto dagli arbitri Coletta e Pinto ed avrà eccezionalmente inizio alle ore 17. Tra le altre partite della quarta giornata di ritorno svettano i confronti tra le prime quattro della classifica: le capolista Ambra ed Ancona riceveranno rispettivamente la visita del Marsala e del Gaeta, per due partite importantissime in ottica promozione e che offriranno un quadro ben delineato alla classifica del girone B.

Comments are closed.

H24@SocialStream