LUNGA NOTTE PER I CARABINIERI DI GAETA E TERRACINA

Nel corso della notte tra il 12 ed il 13 Febbraio 2011, durante un servizio di controllo straordinario alla circolazione stradale, volto a contrastare il dilagante fenomeno delle “stragi del sabato sera”, i Carabinieri della locale Compagnia di Gaeta, arrestavano L.C. 33 enne di Formia che, in evidente stato di ebbrezza alcolica, fermato a bordo della sua auto, si scagliava violentemente ed inveiva contro i militari costretti a bloccarlo e trarlo in arresto, trasferendolo poi in camera di sicurezza, in attesa del rito direttissimo. L’autovettura è stata sequestrata.
Inoltre deferivano in stato di libertà, alla competente Autorità Giudiziaria tre persone, responsabili della violazione all’art. 489 e 648 C.P. “Uso di atto falso e ricettazione”. I tre infatti venivano sorpresi dai militari dell’Arma, a bordo delle rispettive auto, con contrassegni e tagliandi assicurativi contraffatti.
I veicoli venivano posti sotto sequestro;
Un quarantaquattrenne di Gaeta, deferito, in stato di libertà, alla competente Autorità Giudiziaria, perché responsabile della violazione agli artt. 334 e 335 C.P. “Sottrazione di cose sottoposte a sequestro e violazione dei doveri inerenti la custodia delle cose sottoposte a sequestro”. L’uomo, arbitrariamente, aveva provveduto a far rottamare la propria autovettura sottoposta a sequestro perché sprovvista di assicurazione ed affidata allo stesso in custodia.
Un quarantaquattrenne Campano, deferito in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria, poiché responsabile della violazione all’art. 640 C.P. “Truffa”.  I militari, a seguito di attività d’indagine, accertavano le responsabilità dell’uomo nella compravendita di una polizza assicurativa falsa per il valore complessivo di euro 1.000,00;
Una donna quarantunenne di origine Russa, residente in Formia, veniva sorpresa alla guida un’autovettura, con la patente di guida di Nazionalità Russa, non convertibile. Il documento di guida veniva ritirato e l’autovettura posta sotto sequestro; un sedicenne di Lenola, sorpreso alla guida di un motoveicolo 125 cc. senza aver mai conseguito la prescritta patente di guida. Motoveicolo sottoposto a sequestro amministrativo;
Due giovani donne di Formia, venivano deferite in stato di libertà, alla competente Autorità Giudiziaria, perché responsabili della violazione di cui all’art. 186/2° comma D. Lgs. 168/2002, “Guida in stato di ebbrezza alcolica”. Le due venivano sorprese alla guida delle rispettive autovetture, con un tasso alcolemico superiore a quello consentito dalla vigente Legge. I rispettivi documenti di guida venivano ritirati mentre le autovetture  sequestrate;
Un trentaduenne di Terracina, deferito in stato di libertà, alla competente Autorità Giudiziaria, perché responsabile della violazione all’art. 187/1° comma D. Lgs. 168/2002, “Guida sotto l’influenza di sostanze stupefacenti”. L’uomo veniva sorpreso dai militari, alla guida della propria autovettura in evidente stato di alterazione, gli accertamenti eseguiti presso l’ospedale di Formia, consentivano di accertare la positività ai “cannabinoidi”. La patente di guida veniva ritirata e l’autovettura posta sotto sequestro;
Altre due persone fermate dai CC di Sperlonga e denunciate per Guida in Stato di Ebbrezza alcolica. Ritirati i documenti di Guida e sequestrate le auto.
Una ventiseienne Fondana, deferita in stato di libertà, alla competente Autorità Giudiziaria, poiché responsabile della violazione all’art. 640 C.P. “Truffa”. La giovane versava sul proprio conto corrente un assegno del valore di euro 8.000,00,  clonato. Titolo di credito sottoposto a sequestro.
Infine i Carabinieri del  NOR di Terracina, denunciavano due persone, rispettivamente alla guida di autovetture, l’una sotto l’effetto di stupefacenti e l’altra in stato di ebbrezza alcolica. Per entrambe si è proceduto al ritiro delle Patenti di Guda.
Nel medesimo contesto venivano controllate 15 persone, perquisiti 2 veicoli, elevate 3 contravvenzioni e decurtati 40 punti dalle  patenti di guida.

Comments are closed.

H24@SocialStream