GEOTER GAETA – GROSSETO 35-30

Mai fidarsi della classifica. Sarebbe dovuta essere una partita semplice, almeno sulla carta, quella contro il fanalino di coda Grosseto, invece la Geoter ha dovuto stringere i denti fino agli ultimi 5’ per portare a casa i tre punti. La parola che ha regnato sovrana durante l’intero arco della gara è stata equilibrio, così come dimostra il parziale con il quale si è concluso il primo tempo, 18-16, ed un finale tutto aperto, con i toscani mai domi e sempre pronti a rispondere ai tentativi di allungo dei padroni di casa. C’è però anche da dire che questo Gaeta non è assomigliato neanche lontanamente a quello che solo sette giorni prima aveva rischiato di avere la meglio sulla capolista Ambra. Probabilmente, una certa rilassatezza ed un conseguente calo psicologico hanno fatto sì che non sia stato espresso il maggior potenziale di cui i biancorossi sono dotati. Con Onelli costretto a recitare il solo ruolo di allenatore, seguendo dagli spalti, a causa di un problema alla gamba avvertito nell’ultimo allenamento di venerdì, la formazione di partenza schiera dal primo minuto il giovane nazionale Antetomaso, insieme ad un altro gradito ritorno, quello di Matarazzo. Sin dalle prime battute, la gara si preannuncia in perfetto equilibrio, al 9’ il punteggio è fermo sul 4-4, al 17’ 10-10, al 21’ 12-12. Nel continuo batti e ribatti, fa il suo ingresso in campo dopo un lunghissimo periodo di stop a causa di una pubalgia Danilo De Siero, che però solo nella settimana precedente aveva iniziato ad allenarsi. Al 25’ arriva il primo tentativo di distacco dei gaetani, che con un break di 3-0, 15-12, costringono Malatino al time out, portatore dei frutti sperati, visto che al 28’ i maremmani si ritrovano sul -1, 16-15, e solo allo scadere Yant, top scorer con 11 reti, sigla il nuovo +2, 18-16. Al ritorno in campo, Medina ed Onelli chiamano a rapporto Amendolagine, Panariello e Marciano, puntando sulla loro esperienza. Ma Grosseto rimane sulla scia fino al 17’, quando i pontini infliggono un altro break di 5-0, 28-23, al quale gli avversari rispondono immediatamente con un controbreak di 4-0, 28-27, al 21’. Il match si decide negli ultimi 5’, quando la vena realizzativa di Marciano, accompagnata dalle provvidenziali parate di Amendolagine, tra le quali un rigore, riescono a lanciare la compagine del Golfo verso il risultato finale che, grazie ad un parziale di 5-0, viene fissato sul 35-30. Risultato che conferma la terza posizione in graduatoria per la Geoter Gaeta a quota 18, a tre lunghezze dalle prime della classe Ambra ed Ancona. Prossimo impegno, la delicata trasferta di sabato 11 dicembre in quel di Fondi, nel tanto atteso derby.

GEOTER GAETA: D’Ovidio, Romano 6, Scalesse, Marciano 6, Antonio, Yant 11, Matarazzo 1, Panariello 2, De Siero Da. 2, Amendolagine, De Siero De. 4, Antetomaso 3, Tiralongo, Martino. All. Medina
GROSSETO: Coppi 8, Rocchi, Costanzo, Quinati 10, Fiaschetti 4, Balsanti 2, Ferraiuolo 1, Fanelli 1, Cicatiello, Raia, Baricci, Paterna 4, Galletti. All. Malatino

ARBITRI: Valeria Vairo e Tommaso Balzano di Salerno
Alessandra Aprile
Ufficio Stampa Sporting Club Gaeta

Comments are closed.

H24@SocialStream