DIA DI CATANZARO CONFISCA 50mln IN BENI AD IMPRENDITORE.

La Direzione Investigativa Antimafia di Catanzaro ha confiscato beni per un valore di 50 milioni di euro a Pasquale Capano, di 49 anni, un imprenditore di origini cosentine che da anni risiede a Roma,  L’uomo è condannato in via definitiva ed è accusato di usura aggravata e truffa. Tra i beni confiscati, auto di lusso, quote e compendi aziendali di 12 societa’, con sede a Roma, Latina, Milano e Cosenza, operanti nel settore immobiliare e turistico-alberghiero e 60 immobili tra cui 14 appartamenti e terreni edificabili nella capitale. Il provvedimento di confisca e’ stato adottato dalla Corte di Appello di Catanzaro su richiesta della Procura Generale di Catanzaro.

Comments are closed.

H24@SocialStream