CAPORICCIO FONDI – GEOTER GAETA 28-27

Ci si aspettava uno spettacolo, e spettacolo è stato, dentro e fuori dal campo. Perchè in un Palazzetto dello Sport di Fondi gremito in ogni ordine di posto, il derby tra Caporiccio Fondi e Geoter Gaeta ha mantenuto ancora una volta tutti con il fiato sospeso fino all’ultimo secondo. Una gara egregiamente diretta da una coppia arbitrale all’altezza della situazione, in cui entrambe le compagini hanno espresso un gioco divertente, vivace e soprattutto di alta qualità, sia in fase difensiva che realizzativa, con una parola d’ordine che ha regnato sovrana durante l’intero arco del match: equilibrio. Ed i risultati del primo tempo e finale ne sono la prova. La rete inaugurale, che porta la firma di Antonio, arriva dopo 22′, per il pareggio bisogna attendere un altro giro di lancette, ed è di capitan Stefano Di Manno, miglior realizzatore tra i suoi ed anima della Caporiccio, su rigore. Poi, un lunghissimo periodo di astinenza dal gol, prima che Gianluca Di Manno realizzi il 2-1, al 5′. Ha inizio il botta e risposta, con i biancorossi costretti sempre ad inseguire ma con un minimo distacco, che al massimo diventa di -3, come succede al 9′, 5-2, al 17′, 9-6, ed al 28′, 14-11. I gaetani non riescono mai ad agguantare il pareggio, ma il primo tempo vede i padroni di casa avere la meglio di soli 2 sigilli, 14-12. L’inseguimento prosegue nella ripresa, la formazione rossoblu prova subito ad allungare il passo ancora con il suo capitano, 17-14 al 6′, ma è Yant, top scorer del match con 11 reti ed autore dell’ennesima eccellente prestazione, a tenerla a bada, fino a quando Panariello, quello gaetano, sigla il -1, 19-18, al 10′. Nel momento in cui i ragazzi della coppia Onelli-Medina avrebbero dovuto tentare l’aggancio, è il Fondi ad ingranare la marcia, raggiungendo il massimo vantaggio, +4, 24-20, al 16′, replicandolo al 21′, 26-22. A questo punto, è ancora Yant a salire in cattedra, e nonostante le portentose parate della saracinesca D’Angelis, riesce a riaprire l’incontro al 27′, 27-26. Tutto è possibile. Coach De Santis chiama a sé i suoi per impartire gli ultimi ordini, mentre Gaeta perde Antonio per un’esclusione che lo terrà definitivamente fuori dai giochi. Si ritorna in campo, e sulla palla che avrebbe consentito a Marciano di pareggiare i conti, D’Angelis dice ancora no, così ne approfitta Gianluca Di Manno, a 30” dal termine, per andare a segno, 28-26. Inutile la repentina risposta di Marciano per il definitivo 28-27, perchè, tra gli applausi del caloroso pubblico, finisce così. La Geoter viene affiancata al secondo posto in classifica a quota 18 proprio dalla Caporiccio, da Marsala ed Altamura, tutte alle spalle delle prime della classe Ambra ed Ancona, distanti 6 lunghezze. Una sconfitta che non premia la prova di Matarazzo e compagni, sicuramente convincente, considerando anche le condizioni non ottimali dei terzini Antonio Filipovic e Danilo De Siero, che comunque fa ben sperare per il prosieguo del campionato. Campionato che per questo 2010 saluta la formazione del Golfo, con un girone d’andata chiuso in anticipo visto il turno di riposo da osservare nella prossima giornata, e che riaprirà i battenti sabato 5 febbraio, quando la Geoter Gaeta ospiterà, tra le mura amiche del Pala Amendola di Formia, il Caffè Mokambo Cus Chieti.

CAPORICCIO FONDI: Salemme, Panariello, Sangiuolo 1, Djorovic 6, Gionta, Molineri 2, Lauretti, Di Manno S. 7, Carnevale, D’Ettorre 3, Di Manno G. 6, Di Manno V. 3, Angioi, D’Angelis. All. De Santis.
GEOTER GAETA: D’Ovidio, Romano 4, Marciano 2, Antonio 2, Yant 11, Matarazzo, Onelli 4, Panariello 1, De Siero Da. 1, Amendolagine,  De Siero De. 2 , Antetomaso, Tiralongo, Brongo. All. Medina.
ARBITRI: Vincenzo Bassi e Gregorio Scisci di Conversano.

Alessandra Aprile
Ufficio Stampa Sporting Club Gaeta

Comments are closed.

H24@SocialStream