LUCIO RASILE E GIULIA PAPA CONQUISTANO IL PASS PER RAVENNA!

Weekend agrodolce per il Club Scherma Formia, in cui il team pontino si è recato a Frascati per la prima prova di qualificazione all’open Nazionale che si terrà a Ravenna a fine gennaio.

Nella gara maschile, dei 28 posti a disposizione, solo Lucio Rasile è riuscito a conquistarne uno chiudendo la sua gara al 16° posto; Rasile è stato fermato negli ottavi di finale dal romano Simeoni per 15 a 6, ma è stato comunque protagonista di una buona gara riuscendo a centrare l’obiettivo qualificazione nonostante fosse debilitato da una forma influenzale. Grandissima delusione per l’altro formiano, Andrea Russo, che chiude al 31° posto, non riuscendo così a qualificarsi per la prova nazionale; Russo ha ceduto il passo nei sedicesimi di finale proprio al compagno di sala Rasile, per poi perdere anche il successivo ripescaggio valevole la qualifica alla prova nazionale con due match persi entrambi per poce soccate di differenza, in una gara sicuramente da dimenticare. Niente da fare nemmeno per gli altri formiani: Giancarlo Valerio (44°), Adriano Polidoro(72°) per i quali la qualificazione è assolutamente alla portata, Leo Franzini(96°), Giuseppe Varone(92°), Gabriele Paone(113°), Damiano Valerio(119°) e Dario Petralia(120°).

In campo femminile Giulia Papa riesce a strappare il pass per Ravenna, al termine di un’entusiasmente gara che ha concluso al 16° posto. Dopo aver superato una fase a gironi in maniera non molto brillante, si è trovata a dover superare avversarie di spessore fino ai sedicesimi di finale dove si è imbattuta nella forte Clara Cesarini; al termine di un assalto al cardiopalma, Giulia si è imposta di misura col punteggio di 15-14, ottenendo così la qualificazione alla prova Nazionale. Non ce l’hanno fatta, invece, le altre due spadiste formiane Ksenia Makarova e Ilenia La Porta entrambe al loro esordio nella categoria assoluta e che quindi hanno sicuramente peccato di inesperienza ma lasciando comunque dei segnali positivi ai tecnici formiani.

“Sicuramente c’è molta amarezza per la prova maschile, dove almeno altri tre ragazzi potevano centrare l’obiettivo qualificazione”- dichiara il Maestro Francesco Leonardi , che prosegue – “E’ un vero peccato, perchè questi ragazzi, seppur giovani, si sono dimostrati molto competitivi anche con atleti di maggiore esperienza”. Lucio Rasile e Giulia Papa vanno così ad aggiungersi ai già qualificati Giorgia Forte e Gianfilippo Di Nucci, per la prima prova nazionale Open di Ravenna.

Comments are closed.

H24@SocialStream