FORMIA: SOSTITUZIONE DI PERSONA E TRUFFA: DUE CONDANNE

Condannati a un anno e quattro mesi con obbligo di firma i due uomini arrestati nella giornata di sabato per una truffa a carico di diversi commercianti di Formia. Ieri mattina nelle aule del tribunale di Gaeta, davanti al giudice Rosanna Brancaccio, il processo a carico di Giuseppe  Santoro e Massimiliano De Simoni imputati di concorso continuato per i reati di sostituzione di persona e truffa. I due uomini erano stati fermati e arrestati nella giornata di sabato dagli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Formia, diretto dal vice questore Paolo Di Francia. Entrambi gli imputati che presentavano già numerose segnalazioni di polizia giudiziaria per reati contro il patrimonio ed associazione a delinquere  facevano diversi ordinativi, via mail, di merce in nome e per conto di altri ignari commercianti del luogo. Circa 15000 euro il materiale rinvenuto e restituito all’avente diritto. Aveva chiesto gli arresti domiciliari il pm Vito Pasquariello per i due, mentre il difensore d’ufficio Adriano Forcina, in sostituzione dell’avvocato Pecoraro del foro di Roma, ha visto rigettata la richiesta di un giudizio abbreviato condizionato all’acquisizione dei tabulati telefonici e internet delle parti in favore di un giudizio abbreviato semplice.

***ARTICOLO CORRELATO***

Comments are closed.

H24@SocialStream