ANCORA IN TILT I COLLEGAMENTI CON PONZA

Mentre la Regione Campania e la Regione Lazio non trovano l’accordo per la spartizione della flotta ormai ex-Caremar (con Roma che non ha ancora nemmeno costituito la società che deve rilevare i mezzi), diventa sempre più un odissea viaggiare sulla Linea veloce Ponza/Formia effettuata dall’aliscafo “Alnilam. Questa mattina ancora una volta, dopo la partenza delle ore 08,00 il mezzo è arrivato nel al porto di Formia solo alle  10,30, con ben 1 ora e 15minuti di ritardo! Il tutto a causa di problemi tecnici alla motorizzazione che non consentivano di viaggiare alla prevista velocità di crociera.
Tutto questo mente l’aliscafo “Monte Gargano” che dovrebbe essere destinato a Ponza, fresco di lavori di manutenzione opera nel Golfo di Napoli per sostituire il catamarano “Achernar” attualmente in cantiere per manutenzione.
“Se il punto debole del servizio Caremar – afferma l’assessore Schiano, testimone oculare dell’ennesima traversata avventurosa –  è la mancanza di mezzi nautici per la sostituzione di quelli non in efficienza, non possono essere gli isolani a pagare scelte imprenditoriali che si stanno rivelando sempre più errate. Se mancano i mezzi si ricorra al noleggio esterno, come avviene in questi giorni in Toscana, dove per la sostituzione dell’aliscafo “Fabricia” (gemello dell’Alnilam) di Toremar si è fatto ricorso al noleggio del catamarano “Airone Jet”, ovviamente dopo proteste non solo degli Enti locali ma anche delle varie associazioni che operano sul territorio.
E’ certo  – aggiunge Schiano – che da Ponza le proteste ufficiali si sono levate sin dallo scorso mese di ottobre, ma l’incalzare della stagione invernale non può attendere i cicli di manutenzione previsti a Napoli: questo mezzo deve essere sostituito immediatamente!E’ compito del concessionario e della Regione,  individuare il come. “
E se con la flotta amministrativamente  ancora tutta sotto insegna Caremar succede questo, come si faranno le sostituzioni quando Co.re.ma. e Lazio.mar saranno due soggetti distinti e separati?

Scritto da: Franco SCHIANO

Comments are closed.

H24@SocialStream