SABATO 2OTTOBRE PRESIDIO DI PROTESTA PRESSO L’OSPEDALE DI GAETA

Sabato pomeriggio 2 Ottobre, dalle 16, il Partito Democratico organizzerà un presidio presso l’Ospedale di Gaeta, per protestare e sensibilizzare l’opinione pubblica contro la chiusura del nosocomio cittadino prevista dal Piano di Riordino Sanitario della Polverini. Lo comunica in una nota Antonio Salone , il Consigliere Comunale  Fabio Luciani e l’Assessore Comunale Cosmo DI Perna.
«Manifestiamo in difesa dell’ospedale di Gaeta – dichiarano i 3 esponenti del PD – che si vuole trasformare in una Residenza Sanitaria Assistenziale, RSA,  cioè una struttura che non sarà in grado di fornire ai cittadini quei servizi sanitari di cui hanno bisogno. «Si tratterebbe del primo passo verso la chiusura definitiva», avvertono gli esponenti del PD. il Presidio – annunciano – «andrà avanti tutta la notte fino a domenica mattina. Questa ulteriore iniziativa del Partito Democratico si inserisce nel quadro di una campagna di mobilitazione, che vedrà impegnato il nostro partito nel corso delle prossime settimane» –  concludono gli esponenti del Partito democratico, ricordando i numeri complessivi del Piano Polverini – «nei prossimi mesi, se venissero confermati i decreti,  sul Lazio si abbatterà uno tsunami sanitario che cancellerà ospedali, servizi essenziali e diritti. Un piano che taglia 3000 posti letto senza riorganizzare il modello sanitario della nostra Regione, che chiude indiscriminatamente ospedali senza prevede la costruzione di nuove strutture più moderne e efficienti (vedi l’eliminazione con il piano del Policlinico del Golfo), che accorpa Aziende Sanitarie senza una realistica finalità di efficientamento della spesa.  Un piano sanitario che concretamente produrrà paradossalmente più sprechi e meno servizi ai cittadini, un vero disastro».

Comments are closed.

H24@SocialStream