GAETA: “PORTO PIU’ IDONEO PER IL TURISMO”

«Gaeta diventerà un terminal crocieristico». Così ha dichiarato  l’assessore Di Perna nella conferenza stampa tenutasi ieri nel palazzo comunale. «L’aspetto centrale di un’avventura come questa – sottolinea – è quello di instaurare una cooperazione con le varie istituzioni: Capitaneria di Porto, Guardia di Finanza, Agenzia Dogane, Confcommercio e Confesercenti. Quest’anno – afferma ancora – a partire dall’undici aprile fino a ottobre, ci sono state ben undici approdi in prossimità della banchina Caboto, tra cui diverse navi di lusso e yacht extralusso, che hanno contribuito a migliorare l’immagine del Molo e del paese». L’intento dell’assessore è quello di far aumentare il numero degli attracchi e permettere quindi l’ormeggio anche a grandi imbarcazioni e non solo a piccole e medie navi. «L’obiettivo a breve termine – sostiene Di Perna – è quello di far arrivare le navi da crociera nel Pontile Petroli, visto che la concessione dell’Eni è in scadenza e il protocollo di intesa con il consorzio industriale è già stato firmato per il trasferimento. Entro il prossimo anno l’Eni dovrà presentarci un programma – afferma- senza il quale non gli firmeremo il contratto. Noi siamo convinti, comunque, che la permanenza dell’Eni sia incompatibile con i bisogni della città». Anche il sindaco Raimondi è intervenuto sull’argomento, sostenendo che «Gaeta diventerà una meta appetibile perchè con meno di un’ora di pullman si possono raggiungere località come l’Abbazia di Monte Cassino e si ha la possibilità di girare tra i negozi e le chiese della nostra città». Inoltre, il sindaco ha dichiarato di voler raggiungere una maggior sinergia e  comunicazione con  gli enti del parco Riviera di Ulisse, in quanto il parco é parte del Comune di Gaeta e solo una piccola zona è demaniale».

di Irene Antetomaso

Comments are closed.

H24@SocialStream