***video***GDF DI FORMIA SEQUESTRA 1 TONNELLATA DI TABACCHI LAVORATI ESTERI ED ARRESTA 3 PERSONE

dsc03605Continua incessante il contrasto al fenomeno del contrabbando dei Tabacchi Lavorati Esteri da parte dei Finanzieri del Nucleo Mobile del Gruppo Formia e della Sezione Operativa Navale della Guardia di Finanza di Formia.

I diversificati servizi anticontrabbando sono stati posti in essere dal dispositivo terrestre e navale nell’ambito delle attività a tutela dei settori tributari ed ambientali, tenuto conto che l’area geografica del sud – pontino è risultata, negli ultimi tempi, base logistica di soggetti di nazionalità ucraina, utilizzata quale terminale dei loro trasferimenti finalizzati .all’importazione dai Paesi di origine di “tabacchi lavorati esteri”(T.L.E.)

L’attenta analisi ed il riscontro dei dati ottenuti nella conduzione delle attività investigative ha permesso di identificare, a Formia, alcuni soggetti incaricati al trasporto di T.L.E. che, con frequenza settimanale, eseguivano lavori di manutenzione tali da garantire la massima efficienza dei propri mezzi.

Proprio la consuetudine di muoversi in totale sicurezza sul territorio ha insospettito gli investigatori che procedevano a monitorare i soggetti interessati, anche con l’ausilio di idonei sistemi informatici e telematici, utili a seguirne gli spostamenti nel corso dei loro continui trasferimenti presso i paesi d’origine.

In particolare, si acè accertato che i tre erano soliti partire ogni inizio settimana da Formia per farvi poi rientro esattamente dopo due giorni, subito dopo aver fatto tappa nel territorio napoletano, vantandosi, con orgoglio, dei loro continui viaggi di lavoro verso il Paese di origine.

A ciò si aggiunga, ancora, che all’assenza di posizioni reddituali di qualsiasi natura si contrapponeva un elevato tenore di vita in nessun modo giustificabile, tale da far  ipotizzare l’attuazione di illecite attività delinquenziali.

Pertanto, è stato predisposto un serrato servizio di osservazione e pedinamento che ha portato a conseguire un primo importante risultato: individuare, in Somma Vesuviana, un deposito di stoccaggio dei tabacchi lavorati esteri risultato in uso ad altro cittadino ucraino, Stepan Shepichak 31enne regolarmente residente nello stato Italiano e titolare di impresa artigiana.

Nel merito, l’operazione condotta nella giornata di ieri ha portato dapprima al fermo ed all’arresto di  Dmytro Masikevych e suo fratello Illia rispettivamente di 27 e 33 anni i due “taxi driver” del contrabbando formiano, ed al sequestro dell’autovettura dove all’interno della quale le sigarette erano state abilmente occultate in un doppio fondo ricavato lungo l’intera autovettura.

Successivamente, si è proceduto ad ispezionare il deposito precedentemente individuato nel Comune di Somma Vesuviana che portava al rinvenimento di circa 1 TONNELLATA di sigarette di contrabbando di varie marche per il valore complessivo di circa 220.000 euro.

L’operazione dimostra come ci si trovi di fronte a vere e proprie figure professionali, che integrate sul territorio e legate a doppio filo con l’organizzazione criminale che li impiega, gestiscono attività illecite nel sud-pontino, immediatamente a ridosso dell’area campana.

Sono in corso ulteriori accertamenti per constatare l’effettiva ramificazione dell’attività criminosa anche nella provincia di Latina.

Comments are closed.

H24@SocialStream