CIRCEO FILM FESTIVAL, VINCONO “XIE ZI” E “PER CHI SUONA LA CAMPANELLA”

Marco Albano  con il cortometraggio “Xie zi”  e Alessandro Digregorio con il documentario “Per chi suona la campanella” sono i vincitori della prima edizione del Circeo Film Festival.  I due autori sono stati premiati ieri sera a San Felice durante la cerimonia di premiazione presentata dalla madrina del festival Claudia Gerini e da Rolando Ravello.
A consegnare il premio Circe ai due vincitori è stata una dei membri della giuria, Maria Sole Tognazzi. Sui nove corti finalisti ha messo d’accordo tutti “Xie zi”, la storia di un uomo ed un bambino provenienti da culture troppo lontane fra loro che s’incontrano per sbaglio. Tra timore e diffidenza, si ritroveranno legati l’uno all’altro da un ‘doppio nodo’. Il corto è stato giudicato il migliore, ha detto Maria Sole Tognazzi “per aver affrontato un tema sociale con poesia e senza enfasi attraverso un linguaggio cinematografico semplice e forte”.
Più incerta la sfida tra i tre documentari in gara: l’ha spuntata “Per chi suona la campanella” di Alessandro Digregorio, dove si racconta una storia vera. Con la riforma Gelmini le scuole con meno di 50 alunni dovranno essere chiuse. Ma un sindaco di un paesino del Pollino calabrese si ribella e iscrive a scuola i nonni del paese. “Un’idea geniale quella del sindaco – ha spiegato l’autore – per questo ogni dieci giorni al mese ci siamo recati nel paesino per documentare le lezioni scolastiche”. Risultato miglior documentario, “per aver scelto – è la motivazione della giuria – di raccontare una storia di cambiamento nata da una riforma e diventata un felice confronto tra due generazioni”.
Con la premiazione di ieri si è conclusa la prima edizione di un Festival che ha visto ospiti importanti del mondo del cinema, da Ferzan Ozpetek a Elena Sofia Ricci, da Sabrina Impacciatore ad Anita Caprioli, e che è stata arricchita con la proiezione di film italiani di successo come “Mine Vaganti”,  “18 anni dopo” e “Dieci inverni”. Ben le 70 opere in concorso, con dodici finalisti tra corti e documentari che sono stati proiettati durante i tre giorni della rassegna nella splendida cornice del cinema Anna Magnani.
Soddisfatta Claudia Gerini, che ha ricoperto anche il ruolo di direttore artistico della rassegna insieme ad Alessia Barela. “Spero che questa “edizione zero” del festival – ha detto l’attrice romana – abbia portato un po’ di curiosità e di amore per il cinema come quello che proviamo  noi”. La rassegna cinematografica è stata organizzata dall’Associazione culturale Nutri.menti e dintorni, Pro Loco, Associazione Commercianti, Cooperativa Balneari del Circeo con il patrocinio del Comune di San Felice Circeo e dell’Assessorato al Turismo della Regione Lazio. Un contributo prezioso per la realizzazione dell’evento, oltre ai numerosi sponsor, è stato dato da Event Revolution e Asa Security.

Comments are closed.

H24@SocialStream