LA GUARDIA DI FINANZA DI TERRACINA ARRESTA UN INSOSPETTABILE QUARANTACINQUENNE IMPRENDITORE DI MONTE SAN BIAGIO

drogaL’attività si pone nell’intensificazione dei controlli disposti dal Comandante Provinciale di Latina, volti alla repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti.
Gli uomini del Nucleo Mobile della Guardia di Finanza di Terracina – coordinati dal Comandante del Gruppo di Formia, e diretti dal Comandante della Tenenza di Terracina, hanno portato a termine l’ennesima operazione antidroga.
L’operazione, frutto di una complessa attività d’indagine, si è conclusa all’alba di  sabato 05 Giugno con l’arresto di un soggetto insospettabile  ed il sequestro di una consistente partita di cocaina purissima pronta per essere immessa sul mercato locale e che avrebbe fruttato diverse migliaia di euro.
I finanzieri da tempo seguivano i continui spostamenti dell’ uomo, il suo peregrinare da Monte San Biagio a Terracina  per piazzare lo stupefacente.  In seguito a tale attività i finanzieri sono  giunti all’individuazione di due abitazioni site  rispettivamente nei comuni di Monte San Biagio e Fondi (quest’ultima utilizzata quale base operativa per la suddivisione in dosi dello stupefacente).
Il fermo di S.D. è avvenuto, nella tarda serata di venerdì, alle porte di Terracina mentre si trovava alla guida della sua autovettura Citroen C3.
A seguito del controllo, venivano rinvenute, abilmente occultate all’interno dello sportello lato guida, ben 27 dosi di cocaina già preconfezionate e pronte per essere vendute.
Le successive ed immediate perquisizioni domiciliari, hanno permesso ai finanzieri di rinvenire, all’interno di un appartamento sito in Fondi e risultato essere locato da S.D.  esclusivamente a tale scopo, ulteriori 17 dosi di sostanza stupefacente tipo cocaina, nonché un bilancino elettronico di precisione perfettamente funzionante ed  utilizzato dal soggetto per la suddivisione in dosi della sostanza.
La brillante operazione si è conclusa con l’arresto dell’insospettabile imprenditore che, dopo l’espletamento delle formalità di rito, è stato associato presso il carcere di via Aspromonte di Latina, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.
Le indagini proseguono, al fine di appurare i canali di approvvigionamento dello stupefacente.

Comments are closed.