IMMIGRAZIONE CLANDESTINA: ALTRI GUAI PER L’IMPRENDITORE AGRICOLO

polizia-distintivoNon finiscono le vicende giudiziarie dell’imprenditore agricolo di Terracina, Massimo Cialeo di anni 38 che , sottoposto al regime degli arresti domiciliari nell’ambito dell’operazione che si è conclusa giovedì  con l’arresto di sei persone e la denuncia a piede libero di altre otto a seguito dell’ indagine condotta dal Commissariato P.S. di Terracina  e dalla Squadra Mobile di Latina, per favoreggiamento e sfruttamento dell’immigrazione clandestina.
L’uomo, infatti, è stato trovato fuori dalla sua abitazione dagli agenti del Commissariato P.S. Terracina che stavano effettuando i controlli di rito per le persone sottoposte ai domiciliari.
Alla sua posizione, ora si aggiunge anche il reato di evasione dagli arresti domiciliari e tale comportamento potrebbe portare alla revoca dei domiciliari, facendo spostare la misura cautelare dall’abitazione al carcere.
Unitamente agli altri arrestati sarà interrogato dal Gip il prossimo 13 aprile.
Al Cialeo, sottoposto altresì a perquisizione nel giorno dell’esecuzione della misura cautelare insieme agli altri arrestati, sono state sequestrate in via amministrativa le numerose armi che deteneva regolarmente presso la sua abitazione.


***ARTICOLO CORRELATO***

Comments are closed.