COMPARTI EDILIZI, IL PUNTO DELL’ASSESSORE AVITABILE

antonella_avitabileL’Amministrazione Raimondi sta portando avanti uno degli obiettivi principali per il 2010: la realizzazione dell’edilizia residenziale pubblica e privata. L’Assessore all’Urbanistica, Antonella Avitabile, traccia un quadro complessivo della situazione nelle varie zone.

“Per la sottozona B3 «Il Colle» è stata fissata per il 18 aprile la data per la costituzione del consorzio dei proprietari, soggetto attuatore del piano. Nel consorzio il Comune avrà un ruolo attivo in quanto è stata ormai formalizzata l’acquisizione delle aree ex Magliulo (beni confiscati alla criminalità organizzata) al patrimonio comunale. Mentre per la zona C2 «Muro Torto», a seguito degli incontri con il consorzio dei proprietari e con la cooperativa edilizia finanziata, è stata predisposta la proposta di delibera consiliare, che prevede lo stralcio, dal comparto edificatorio, della porzione di strada demaniale di Sant’Agostino – afferma l’Assessore Avitabile – Mi auguro che la commissione urbanistica si esprima favorevolmente su questo punto il prossimo 6 aprile. Buona anche la situazione della sottozona C2 «Ruaniello». Il consorzio ha stipulato, il 16 dicembre 2009, il contratto con la ditta aggiudicataria dei lavori per la realizzazione delle opere di urbanizzazione. Nel frattempo, procede l’attività edilizia privata mentre sono al termine i lavori delle due cooperative edilizie”.

L’Assessore Avitabile passa ad illustrare anche le problematiche presenti negli altri comparti edificatori: C1 «Cuostile», C3 «Calegna» e B5 «Calegna».

“Nel primo caso, nonostante i ripetuti solleciti e gli incontri con i tecnici e rappresentanti del consorzio, ancora oggi lo stesso non ha elaborato una proposta condivisa di assetto. A Calegna, sottozona C3, i proprietari sono stati chiamati a costituire i consorzi a seguito della notifica dei proprietari dell’avvenuta approvazione delle tre lottizzazioni. In tal senso, è stata riscontrata una risposta positiva per quanto attiene la costituzione del consorzio nella lottizzazione “Comparti 1 -2 , mentre «Vivi Calegna» e «Parva Casa» non hanno fornito alcun cenno di riscontro. Infine, nella sottozona B5 «Calegna» è stato approvato il planovolumetrico del comparto A, ma ad oggi non risulta alcuna attività di rilievo da parte dei proprietari del comparto B che non si sono ancora riuniti in consorzio – continua Avitabile – A tal proposito si ricorda dell’incontro con i proprietari promosso dall’Amministrazione Comunale nella prima decade di marzo nella quale si è sollecitata la definizione di alcune questioni relative al trasferimento di terreni tra i due comparti che sta rallentando l’avvio delle successive fasi attuative. È ferma intenzione dell’Amministrazione, qualora i proprietari non riescano a giungere ad una risoluzione di tali questioni, di procedere con l’esproprio al fine di dare compiutezza al comparto A e renderlo operativo”.

“Voglio sottolineare, per concludere, un ultimo aspetto. Spesso l’Amministrazione viene criticata per la lentezza nell’iter attuativo delle pianificazioni in corso ed in particolare i proprietari ed alcuni tecnici tentano di giustificare le proprie inadempienze con la mancata approvazione del P.P.A. (Piano Pluriennale di Attuazione) – conclude l’Assessore all’Urbanistica – In realtà, gli uffici stanno lavorando per il reperimento di aree idonee alla localizzazione di Edilizia Residenziale Pubblica. A tal proposito si sta predisponendo un bando pubblico e relativa convenzione che, in attuazione delle direttive regionali espresse dal cosiddetto «Piano Casa», propone di incentivare nei piani approvati la realizzazione di Edilizia Convenzionata. La proposta di delibera di Consiglio Comunale finalizzata alla «definizione del prezzo di prima cessione per gli alloggi realizzati in regime di Edilizia Convenzionata»è, infatti, già all’attenzione dell’Amministrazione Comunale”.

Comments are closed.