AL MUSEO DIOCESANO DI GAETA LA MOSTRA “ANTICHE ICONE RUSSE”

La Mostra “Antiche Icone Russe” nelle sale del Museo Diocesano di Palazzo De Vio sarà inaugurata mercoledì 24 marzo alle 19 e resterà aperta per un mese ogni venerdì, sabato e domenica dalle 16 alle 19, la domenica mattina è prevista l’apertura anche dalle 10 alle 13.  Come già accaduto nel 2009 con la mostra “Gli Argenti di Gaeta”, la Festa dell’Annunziata si configura anche come un importante momento culturale per la città e l’Arcidiocesi di Gaeta. Quest’anno l’Arcivescovo Mons. Fabio Bernanrdo D’Onorio di concerto con l’Associazione Amici di Gaeta – Città d’Arte, ha voluto arricchire la festività religiosa di un’esposizione temporanea di primaria importanza: “Antiche Icone Russe” è questo il titolo della mostra di opere d’arte dei secoli XII – XVIII provenienti dalla prestigiosissima collezione Orler.
La famiglia Orler possiede una delle maggiori collezioni di icone russe al mondo, vantando la disponibilità di molti pezzi di altissimo livello.
È ormai consuetudine per gli Orler organizzare mostre in Italia nelle più significative strutture religiose: ne citiamo, al solo titolo di esempio, quelle realizzate a Torino presso la Cattedrale, a Firenze nel complesso della basilica di San Lorenzo e a Roma nell’ambito della Basilica di Santa Croce.
Parlando di icone è innegabile che l’immagine occupa un posto primordiale nella Chiesa d’Oriente, dove l’icona costituisce parte integrante della celebrazione come strumento e mezzo di preghiera.
Mentre gli affreschi e i mosaici creano uno spazio di luce e di volti, le icone acquisiscono un ruolo liturgico fondamentale.
Già Giovanni Damasceno, arabo di fede cristiana dei secoli VII – VIII, scriveva nei “Discorsi in difesa delle icone” che l’immagine è la Bibbia degli analfabeti e quindi l’icona è per gli analfabeti ciò che la Bibbia è per le persone istruite; ciò che la parola è per l’orecchio, l’icona è per la vista.
L’esposizione allestita in Gaeta presso il Museo Diocesano è stata curata dalla prof. Sania Gukova, esperta di fama internazionale di icone.
La Gukova si è laureata presso l’Università statale di San Pietroburgo con la specializzazione in bizantinistica; ha sostenuto la tesi del dottorato di ricerca presso l’Istituto di Storia dell’Accademia delle Scienze della Russia a San Pietroburgo; in seguito ha lavorato presso l’Istituto in qualità di ricercatrice.
Nel 1991 si è trasferita in Italia, dove si dedica all’attività didattica e alla ricerca, tenendo corsi e conferenze sull’arte bizantina e russa antica presso varie università. Attualmente è docente dell’Accademia di Belle Arti di Brera (Milano).
Sania Gukova ha svolto numerose ricerche pubblicate in diverse edizioni scientifiche sia in Russia sia in Italia che riguardano vari problemi dell’arte ortodossa: iconografia della Madre di Dio e di Cristo, miniatura bizantina, icona bizantina e russa.

Comments are closed.

H24@SocialStream