***videonotizia*** PEDINANO FORMIANI PER SGOMINARE SPACCIO DALLA CAMPANIA

httpv://www.youtube.com/watch?v=pDvMlscb4KE

paolo-di-francia

Vicequestore Paolo DI FRANCIA

Nella nottata personale del Commissariato di Formia, coadiuvato dalla Squadra Mobile di Latina ha arrestato MAOLONI Giuseppe del 1983 nullafacente e MARCHESE Carlo del 1988 professione pasticciere, entrambi nati a Napoli, nei pressi di lago Patria, nell’atto di cedere ad un gruppo di formiani sostanza stupefacente del tipo cocaina.

L’arresto scaturisce da un meticoloso lavoro di osservazione, pedinamenti raccolta informazioni teso a contrastare il consumo e lo spaccio di sostanze stupefacenti, e realizzato negli ultimi mesi nel territorio dal personale del Commissariato di Formia, già diretto dal dott. Cristiano TATARELLI ed attualmente guidato dal dott. Paolo DI FRANCIA.

Il personale di polizia di Formia nella tarda serata di ieri riusciva ad avere notizia che un gruppo di giovani locali sarebbe partito alla volta del napoletano per acquistare dello stupefacente. Veniva immediatamente disposto un servizio di pedinamento in collaborazione con altri uffici della Polizia di Stato. Intorno alle ore 23.00 di ieri sera si aveva modo di notare che l’autovettura partita da Formia con a bordo due giovani, si fermava in un piazzale antistante un esercizio commerciale. Lì veniva avvicinata da un altro automezzo con a bordo due spacciatori che rapidamente scambiano qualcosa. Scattava l’intervento di polizia che permetteva di bloccare le due macchine con i quattro occupanti. Tra le due autovetture venivano rinvenute due dosi di stupefacente incellofanate, lasciate cadere in terra dai due formiani immediatamente raccolte e poste sotto sequestro. Nell’autovettura dei due spacciatori veniva rinvenuta altra droga e la somma di 100 euro appena consegnata per l’acquisto delle due dosi.

Condotte le quattro persone presso gli uffici del Commissariato di PS. Di Scampia, sono stati formalizzati i primi atti a

vicequestore, Cristiano TATARELLI

vicequestore, Cristiano TATARELLI

carico degli assuntori provenienti da Formia, deferiti alla locale Prefettura per l’uso personale di stupefacente. Scattavano inoltre una serie di perquisizioni a carico degli spacciatori. Uno di loro abitante nei pressi delle “Vele” è risultato effettivamente avere appoggi su più appartamenti, tutti sottoposti a perquisizione. Un’altra pattuglia si è invece recata in zona Pozzuoli per eseguire altre perquisizioni.
Le persone arrestate fanno parte di una famiglia conosciuta per essere dedita allo spaccio di stupefacenti. Uno dei membri della stessa risulta più volte denunziato ed arrestato per associazione a delinquere finalizzata allo spaccio di stupefacenti, vicino ai clan camorristici operanti nella zona di Scampia.
Si può affermare che le due persone arrestate facciano parte dunque di un più ampio gruppo criminale divenuto punto di riferimento di numerosissimi  assuntori di stpefacenti del tipo cocaina nonché dei consumatori provenienti dal sud pontino.

Comments are closed.