FINGEVA LA ROTTURA DELLO SPECCHIETTO DELLA SUA AUTO E IN CAMBIO CHIEDEVA DENARO, ARRESTATO DALLA VOLANTE UN UOMO DI VELLETRI

628-9-giovannoni-federicoQuesto pomeriggio  la  SQUADRA VOLANTE- U.P.G.S.P. Della questura di Latina,  ha tratto in arresto per il reato di truffa GIOVANNONI Federico, nato a Roma il 12.01.1972  residente a Velletri. Erano circa le 12.40 quando al 113 giungeva la  segnalazioni di una donna in Latina Scalo,  che denunciava la presenza  di un automobilista  a bordo di un’auto scura che compiva truffe ai danni degli automobilisti con la scusa dello specchietto retrovisore rotto. Giunti sul posto gli uomini della Polizia di Stato contattavano la richiedente, una giovane di Sermoneta che a bordo della sua Peugeot 207 poco prima era stata inseguita e fermata da un uomo a bordo di una alfa 166 di colore scuro  dopo  aver sentito una botta allo sportello. L’uomo accusava la giovane di averlo  urtato  con l’auto  durante la fase di sorpasso e per tale motivo mostrando lo specchietto rotto, pretendeva dalla stessa una somma in contanti di circa 100 euro per non fare la denuncia. In realtà l’auto della donna non presentava alcun danno evidente, motivo per il quale la stessa si rifiutava di acconsentire alla richiesta dell’uomo. Nel frattempo si trovava a passare nello stesso posto un altro residente di Sermoneta che il giorno prima aveva subito lo stesso incidente con la stessa persona dalla quale aveva avuto la medesima richiesta di risarcimento. Entrambi ricordavano il rumore della botta ma non presentavano danni alle loro automobili. In realtà il GIOVANNONI Federico, utilizzava delle piccole pietre che lanciava verso le auto al loro passaggio per poi inseguirle e chiedere un risarcimento.  In  ragione di ciò gli uomini della Polizia di Stato, procedevano alla perquisizione del mezzo del GIOVANNONI,  al bordo del quale rinvenivano quattro piccole pietre di circa 3X2 cm ,  che quasi sicuramente  il   GIOVANNONI Federico utilizzava,  con il solito  modus operandi,  per lanciarle contro le auto che gli passavano accanto,  per poi chiedere il solito risarcimento. Accompagnato  presso gli  uffici della Questura, dopo le formalità di rito il GIOVANNONI Federico è stato arrestato per truffa.  Sono al vaglio degli investigatori altri episodi analoghi accaduti negli ultimi giorni, motivo per il quale l    a questura di Latina invita tutti coloro i quali siano stati vittima di fatti simili di visionare la foto del GIOVANNONI Federico, ed in caso di riscontro portarsi presso gli uffici della Questura di Latina per denuncia.

Sempre nel corso del pomeriggio di oggi gli uomini della Squadra Volante hanno denunciato  una  donna G.S. del 76, pregiudicata, per furto. La donna, tossicodipendente, aveva rubato il cellulare ad una degente dell’ospedale. Gli uomini della Polizia di stato l’hanno bloccata e denunciata.

Comments are closed.