SEQUESTRATO COMPLESSO EDILIZIO RESIDENZIALE NELLA RIVIERA DI ULISSE***aggiunta nuova immagine***

complesso sequestrato a monte salomone località ariana

complesso sequestrato a monte salomone località ariana

IMPORTANTE MAXI SEQUESTRO DELLA SEZIONE OPERATIVA NAVALE DELLA GUARDIA DI FINANZA DI FORMIA, LUNGO LA FASCIA COSTIERA DEL COMUNE DI GAETA,   IN MATERIA DI CONTRASTO ALL’ ABUSIVISMO EDILIZIO SU AREE DEMANIALI O IN PROSSIMITÀ DELLA LINEA DOGANALE MARITTIMA.
NELL’AMBITO DI UNA PIÙ VASTA  OPERAZIONE VOLTA A REPRIMERE REATI A RILEVANZA ECONOMICA E FINANZIARIA, I MILITARI APPARTENENTI ALLA  SEZIONE OPERATIVA NAVALE DI FORMIA E ALLA SEZIONE AEREA DI PRATICA DI MARE, SU ORDINI IMPARTITI DAL COMANDANTE DI REPARTO, IN COLLABORAZIONE CON LA POLIZIA MUNICIPALE DEL COMUNE DI GAETA, SOTTOPONEVANO A SEQUESTRO, UN COSTRUENDO COMPLESSO RESIDENZIALE A PIU’ LIVELLI SUL MARE,  COSTRUITO ABUSIVAMENTE SU UN TERRENO FRONTE AL MARE, DI CIRCA 5 ETTARI, LUNGO LA VIA FLACCA E PIU’ PRECISAMENTE MONTE SALAMONE IN LOCALITÀ  ARIANA,  NELLA  “RIVIERA D’ULISSE”.
IL TERRENO IN QUESTIONE, RISULTA  SOTTOPOSTO A VINCOLI PAESAGGISTICI, AMBIENTALI ED IDROGEOLOGICI RICADENTE NELLA FASCIA COSTIERA DI ALTO VALORE PAESISTICO.
TALI LAVORI ERANO IN CORSO, TRA LA TOTALE INDIFFERENZA DEI CONFINANTI, E NONOSTANTE BEN OCCULTATI DA TELI OMBREGGIANTI NON SFUGGIVANO AI MILITARI DELLE FIAMME GIALLE, CHE A SEGUITO ACCURATI SOPRALLUOGHI RISCONTRAVANO LA REALIZZAZIONE NEL CORSO DEGLI ANNI DI BUNGALOW AUTONOMI, IN GRADO DI OSPITARE UN NUCLEO FAMILIARE, CHISSA’ PER LE FERIE ESTIVE CONSIDERATA LA SUGGESTIVA POSIZIONE, E CON BEN TRE ACCESSI AL MARE REALIZZATI  ABUSIVAMENTE. NEL CORSO DEGLI ANNI IL PROPRIETARIO DEGLI IMMOBILI, TALE D.A. DI ANNI 62 DI ORIGINI CAMPANE, CHIEDEVA SANATORIA PER LE OPERE REALIZZATE E SUCCESSIVAMENTE AMPLIAVA LE VOLUMETRIE, EFFETTUANDO ANCHE TUNNEL SOTTERRANEI PER POI REALIZZARE TERRAZZI E ULTERIORI MINI APPARTAMENTI. I MILITARI PROCEDEVANO IMMEDIATAMENTE A INFORMARE LA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI LATINA CON APPOSITA NOTIZIA DI REATO E AL SEQUESTRO DELLE OPERE ABUSIVE.
I CONTROLLI VENIVANO ESTESI LUNGO TUTTA LA FASCIA COSTIERA, E IN LOCALITA’ SAN VITO ADIACENTE ALLA VIA S. AGOSTINO DEL COMUNE DI GAETA, I MILITARI DELLE SEZIONE OPERATIVA NAVALE E DELLA SEZIONE AEREA DI PRATICA DI MARE  IN COLLABORAZIONE CON IL COMUNE DI GAETA,  RISCONTRAVANO LA REALIZZAZIONE DI QUATTRO VILLETTE REALIZZATE ABUSIVAMENTE. LA REALIZZAZIONE DELLE OPERE VENIVA EFFETTUATO CON LO STESSO COLLAUDATO METODO,  COSTRUENDO LE VILLETTE PROGRESSIVAMENTE NEL CORSO DEGLI ANNI E PRESENTANDO SISTEMATICAMENTE ISTANZE DI SANATORIE OVVIAMENTE SENZA I PREVISTI PARERI DELLA REGIONE, CONSIDERATO CHE L’AREA IN QUESTIONE,  AD ELEVATA CONNOTAZIONE PAESISTICA E’ SOTTOPOSTA A STRETTI VINCOLI AMBIENTALI ED IDROGEOLOGICI. LE OPERE REALIZZATE VENIVANO COMPLETATE CON SETTI MURARI CONSISTENTI IN MURI DI CONTENIMENTO E CON TETTOIE IN LEGNO. ANCHE IN QUESTO CASO SCATTAVA LA DENUNCIA ALL’AUTORITA’ GIUDIZIARIA CON APPOSITA INFORMATIVA PRESSO LA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI LATINA, PER IL PROPRIETARIO DELLE VILLETTE TALE T.C. DI ANNI 55  DI ORIGINI GAETANE. LA GUARDIA LUNGO IL LITORALE DELLA CIRCOSCRIZIONE DI SERVIZIO DELLA SEZIONE OPERATIVA NAVALE DELLA GUARDIA DI FINANZA , RIMANE ALTA SOPRATTUTTO IN ZONE SOTTOPOSTE A VINCOLI PAESAGGISTICI PER LA LORO NATURALE CONNOTAZIONE E PRESE DI MIRA DA SPECULATORI ATTENTI SOLI AD ARRICHIRE IL PROPRIO CONTO IN BANCA, NON CURANTI DEL MERAVIGLIOSO BENE COMUNE CHE LA NATURA HA DONATO A TUTTI. IL REPARTO NAVALE DELLA GUARDIA DI FINANZA DI FORMIA, ALLO SCOPO DI REPRIMERE ABUSI EDILIZI E DEGRADI AMBIENTALI LUNGO LA FASCIA CIRCOSCRIZIONALE DI COMPETENZA SULLA LINEA DOGANALE, INTENSIFICHERA’ CON I MEZZI AEREI DEL CORPO UN ATTENTO MONITORAGGIO AEROFOTOGRAMMETRICO PER TUTTO IL PERIODO ESTIVO CHE COMPARATO VOLTA PER VOLTA CON LE FOTO SCATTATE SUL TERRITORIO, OVE INSISTE UNA MACCHIA MEDITTERRANEA DI NOTEVOLE INTERESSE PAESAGGISTICO RICREATIVO, SARANNO VALUTATE CON UN APPOSITO SISTEMA INFORMATIZZATO IN DOTAZIONE AL CORPO EVENTUALI VARIAZIONI STRUTTURALI COSTRUITE IN DIFFORMITA’ ALLA NORMATIVA VIGENTE E SARANNO OGGETTO DI DENUNCIA ALLA PROCURA PER I SUCCESSIVI ADEMPIMENTI DI COMPETENZA, OGNI DANNO ALL’AMBIENTE E’ UN DANNO ALL’ERARIO, PER CUI LA GUARDIA DI FINANZA E’ UN ORGANO PREPOSTO A REPRIMERE OGNI ABUSO A DANNO DEI CITTADINI.

Comments are closed.